8 Febbraio 2008 Mondo News

Stretto Messina, Ipsema: navigazione insicura da oltre un decennio

La grave carenza di sicurezza sembra derivi dall`aumento vertiginoso del traffico dovuto allo sviluppo del porto mercantile di Gioia Tauro e dagli attraversamenti orizzontali e verticali nello Stretto.

ascolta la notiziaascolta la notizia

Roma, 7 feb. (Adnkronos) – Da oltre un decennio la navigazione nello stretto di Messina non e` sicura. E la grave carenza di sicurezza sembra derivi dall`aumento vertiginoso del traffico dovuto allo sviluppo del porto mercantile di Gioia Tauro e dagli attraversamenti orizzontali e verticali nello Stretto. E` la denuncia che giunge dall`Ispema, l`istituto di previdenza del settore marittimo.

“Dopo molti incidenti in quel tratto di mare – si legge in una nota- si e` deciso, attraverso un intervento normativo, di attribuire all`Ipsema, ricorda in una nota, particolari funzioni in materia di sicurezza della navigazione nell`area dello Stretto e negli ambiti portuali e proposte di misure di prevenzione. Compiti che peraltro gia` svolge l`Istituto su tutti i mari, attraverso l`informazione, la consulenza e l`assistenza proprio in materia di prevenzione“.

Circa un anno fa, ricorda l`Ipsema, uno degli incidenti piu` spaventosi, accaduti nello stretto, fu la collisione tra l`aliscafo in servizio tra Reggio Calabria e Messina, il Segesta Jet e il cargo russo Susan Borchard che costo` la vita a quattro marittimi e il ferimento di ottanta persone. “Ancora oggi – dice il presidente dell`Ipsema, Antonio Parlato- tra vari sinistri marittimi ed infortuni ai passeggeri ed agli equipaggi, nello Stretto di Messina non sempre e` tutto tranquillo“.

http://www.adnkronos.com/IGN/Regioni/Sicilia.php?id=1.0.1854386289