26 Febbraio 2008 Giudiziaria

LA VERITA` di Diego Cugia

Le verità  sono una o cento? Io credo che la verità  oggettiva esista, la verità  sia una, i modi d`interpretarla molteplici e le sfumature infinite. È fondamentale conoscere la verità  anche la più amara e persino una verità  inutile? La verità , inutile oggi, potrebbe tornarci utile domani: sì, sempre. Che cos`è la verità ? È come andarono più o meno esattamente le cose, non l`opinione, la supposizione, la diceria. Tantomeno il giudizio. Ma la verità  è totalmente afferrabile? No. E nonostante non sia totalmente afferrabile, si può dire lo stesso che esista una sola verità ? Amico mio, io penso di sì; certamente una verità  umana, con una percentuale di approssimazione variabile, ma `il senso` della verità  si può e si deve cogliere. Quanto costa la verità , questo è il nocciolo. La verità  ha un prezzo incalcolabile come quello della vita umana. Anche per questo la maggioranza di noi si accontenta di mezze verità , accozza un paio d`ipotesi rassicuranti, e non si vergogna a fingere di non vederne la metà  amara, perché la verità  può stravolgere tutto ciò in cui avevamo sperato o creduto fino a un attimo prima, la scoperta della verità  può ucciderci in un battito di ciglia. E nonostante questo rischio mortale vale la pena di conoscerla? Sì, sempre, anche se ci colma il cuore di paura, il panico di sapere che cosa sia realmente accaduto nei pensieri e nelle opere di chi ci circonda e di dover rivoluzionare il nostro modo di vedere le cose: i nostri amori, i nostri colleghi di lavoro, la società  in cui viviamo, la politica e le notizie. La verità  lascia soli. Quasi nessuno vuole reggere il peso di condividere le verità  più scomode, pericolose o inquietanti. La verità  emargina. Ma nell`uomo che cerca con pazienza e tenacia, brancolando nel buio, fino a smarrirsi, nell`esploratore della verità  che si accende e si spegne come una lucciola, si nasconde un valore incommensurabile: la Conoscenza, l`unica arma che abbiamo contro il segreto. Il segreto è una parola infame, anche quando crea simpatiche complicità , perché ogni complicità , in quanto tale, esclude dalla Conoscenza un terzo e lo discrimina. La verità  è un potere democratico. Se viene taciuta o distorta è un potere dispotico. La verità  è anche un atto d`amore e, a volte, un gesto di umiltà . Riconoscere i propri torti, riportare alla luce di un altro i propri errori, lasciando che gli altri esprimano giudizi anche fallaci sul nostro operato, è comunque un nobile servizio reso alla verità , per il quale si possono pagare prezzi esorbitanti e ingiusti. Credo, come scrisse una volta Gandhi, che `le verità  diverse in apparenza sono come innumerevoli foglie che sembrano diverse e che sono su uno stesso albero`. E se pure la menzogna consola, o diverte, e ha pieno diritto di esistere in un manuale di sopravvivenza umana, la verità  è come l`aria per i polmoni, la sua mancanza, oltre un certo lasso di tempo, conduce al soffocamento e alla morte, sia un individuo sia una civiltà . Il male bruciante che provoca una verità  non consolatoria può, invece, produrre l`identico risultato letale, sia il suo esatto contrario. Una volta scoperta, infatti, la verità  abbisogna di un`arte rara, quella di saperla usare, con noi stessi e con gli altri, e questo, credo, sia ancora più difficile dell`averla trovata. Occorre far sì che la verità  scoperta crei nuovi mondi e nuove frontiere, invece di ristagnare in acredine, in pregiudizio, in rivalsa, quindi in un contrattacco vendicativo di mezze verità . La verità  è luce, ingombrarla d`ombra è il mezzo più facile per riconsegnarla al buio dell`incoscienza. Infine credo che perseguire la verità  sia uno dei doveri più alti e impegnativi che ciascuno di noi dovrebbe imporsi sempre, in particolare quando si vive in un Paese e in un contesto storico e sociale che ha messo la verità  sotto le scarpe giocando, in politica e nei costumi, con le seduzioni dell`apparenza, le mezze verità  che corrispondono a enormi falsità , con l`aggravante di averle ammantate di una parvenza di schiettezza gioviale.