Come sempre la politica è solo corsa a poltrone di Sonia Alfano

`Come al solito la politica nazionale e regionale, più che vera politica fatta di idee, si sta trasformando in una corsa alla poltrona`. Lo ha detto Sonia Alfano, candidata alla presidenza della Regione Sicilia per gli amici di Beppe Grillo, a proposito delle doppie candidature di alcun politici. `Non riesco a comprendere secondo quale logica il PD e la sinistra arcobaleno, così come il Pdl e l`Udc, nel resto d`Italia si sfidano mentre in Sicilia vanno tutti insieme. La condivisione dei programmi e delle idee o c`è sempre ed ovunque oppure non c`è mai e da nessuna parte`. Le parole della Alfano sono riferite a quei partiti ed a quei candidati che in Sicilia sono all`interno della stessa coalizione, mentre nel resto del Paese sono `acerrimi nemici`: `Un esempio ne sono Rita Borsellino ed Anna Finocchiaro, insieme in Sicilia e rivali in Emilia. Così come l`Udc e il Pdl, che nel resto d`Italia hanno deciso di rompere la coalizione mentre in Sicilia, secondo logiche elettorali, corrono insieme“. `Ai politici di noi siciliani non importa nulla. Non hanno la benché minima intenzione di cambiare la Sicilia e d`altronde, se non lo hanno fatto in tutti questi anni durante i quali hanno ricoperto cariche istituzionali non capisco perché debbano farlo adesso. Noi siciliani – sostiene Alfano – per questi politici, siamo solo un bacino di voti da sfruttare, niente di più”. E sarebbe stata proprio questa la ragione per la quale gli Amici di Beppe Grillo avrebbero deciso di presentare una lista di cittadini in Sicilia: `I politici sulle loro comode poltrone non hanno compreso che il malcontento della gente sta montando a dismisura. Noi siamo comuni cittadini, studenti, impiegati, precari, madri, esasperati d`essere considerati come fossimo soltanto numeri da questi signorotti della politica. Non possiamo e non dobbiamo più dare fiducia alla politica siciliana. E` arrivato il momento in cui noi comuni cittadini decidiamo il futuro nostro e dei nostri figli`.