CONSIGLI PER GLI ACQUISTI: La tragedia di Aldo Moro, in un Atlante quei 55 giorni

15 marzo 2008 Agenda & Consigli

Il dramma dei 55 giorni di Aldo Moro riassunti in un Atlante a colori di 196 pagine, scandito in sei grandi capitoli: la strage di via Fani, la prigionia, l´esecuzione, i processi, le lettere, la lettura, ovvero tre articoli/documento a firma di Eugenio Scalfari, Bernardo Valli e Giuseppe D´Avanzo. E` uscito in abbinamento con Repubblica (4,90 euro più il prezzo del quotidiano) uno straordinario dossier sul trentennale del rapimento dello statista dc ad opera delle Brigate Rosse, che poi lo fecero ritrovare cadavere in via Caetani il 9 maggio 1978. «La storia della Repubblica ` scrive il direttore Ezio Mauro nell´editoriale che apre il volume ` si divide in due, prima e dopo il sequestro di Aldo Moro, quando una giovane democrazia occidentale ha dovuto sopportare l´urto di una sorta di undici settembre anticipato, una prima sfida radicale, come si diceva allora, al cuore dello Stato». E la violenza di quell´urto, l´incredulità  per quel che stava accadendo, si dipana nei resoconti dei cronisti di allora: Carlo Rivolta sul luogo dell´eccidio; Miriam Mafai che racconta le storie degli agenti della scorta; Giorgio Bocca che analizza la strategia brigatista; Giampaolo Pansa ai funerali celebrati nella basilica di San Lorenzo al Verano, Umberto Eco che prova a trovare un senso nel delirio dei comunicati. Il 18 marzo un nuovo choc. Le Br fanno ritrovare una foto di Moro nella prigione del popolo scattata con una Polaroid, con sullo sfondo la stella a cinque punte. Aldo Moro, che perfino in spiaggia andava in giacca e cravatta, ha uno sguardo stupefatto, la camicia è sbottonata sulla canottiera. Alberto Stabile intervista Leonardo Sciascia: «A chi giova questa tragedia?», si chiede lo scrittore siciliano. Il sequestro è commentato passo dopo passo da Sandro Viola, mentre Mario Pirani va a intervistare il segretario della Cgil Luciano Lama: «Nessuna tregua ai brigatisti». Il 21 aprile la linea della fermezza però s´incrina. Il Psi di Craxi si schiera per la trattativa, mentre il Pci, come racconta Fausto De Luca, conferma l´indisponibilità  a qualsivoglia dialogo con le Brigate Rosse. Il finale è noto. «E ora che accadrà ?» fotografa lo stato d´animo della nazione la copertina dell´Espresso. Completano l´Atlante la cronologia dei 55 giorni, la biografia di Moro, un paginone su che fine hanno fatto i killer, 28 schede librarie sugli anni di piombo.