TORNANO IN CARCERE I DUE IMPUTATI PER L`OMICIDIO DI GRAZIELLA CAMPAGNA

Il trafficante di droga palermitano Gerlando Alberti junior, 70 anni  e il suo “picciotto” Giovanni Sutera, 49 anni, sono tornati in carcere, subito dopo la lettura del dispositivo della sentenza che ieri sera li ha condannati anche in appello all`ergastolo per l`omicidio, quasi 23 anni fa, della diciassettenne Graziella Campagna, di Saponara, provincia di Messina. Nel dicembre del 1985 la giovane era stata uccisa perchè aveva scoperto casualmente l`identità  dei due boss. Prescritto, invece, il reato per le due donne imputate, Agata Cannistrà  e Franca Federico, rispettivamente titolare e impiegata nelle lavanderia dove lavorarva la giovane assassinata.”I giudici ieri sera hanno restituito l`onore a mia sorella” ha dichiarato commosso Pietro, fratello della vittima. Il caso di Graziella ha ispirato la fiction “La vita rubata” che ha riscosso grande successo su Rai Uno.