SANGUE A STELLE E STRISCE: 4000 i soldati americani morti in Iraq

24 marzo 2008 Mondo News

A cinque anni dall`inizio della guerra in Iraq sono 4000 le vittime fra gli americani. Gli ultimi a morire sono stati 4 soldati il cui veicolo è saltato in aria a causa di una bomba esplosa sulla strada ieri. E ieri è stata una giornata di sangue, una quarantina le vittime tra Baghdad, dove è stata presa di mira la Zona verde, sede del comando americano e degli uffici dei ministri iracheni, e Mosul dove le vittime tra i civili sono state 12. Per gli Stati Uniti, Mosul rappresenta l`ultima roccaforte urbana di al Qaida in Iraq guidata dai sunniti.

Nella serata di ieri la polizia irachena ha annunciato il ritrovamento di 12 corpi crivellati di proiettili in diverse zone del paese. Gli americani dal canto loro a Baquba hanno ucciso 12 persone  che stavano preparando attentati suicidi. Il bagno di sangue rompe una tregua che durava dal giugno scorso e che aveva visto una ruiduzione della violenza. Gli attacchi contro la Zona verde dimostrano, secondo il New York Times, quanto fragile siano le condizioni di sicurezza e sarebbero dovuti a contrasti interni tra gli sciiti. Un portavoce militare nel fare le condoglianze alle famiglie delle vittime ha spiegato che si erano fatti dei progressi, ma il nemico resiste: “C`e` ancora tanto lavoro da fare”.