UNIVERSITA' DI MESSINA: C'E' UN PATTO SEGRETO TRA BARONI E 'NDRANGHETA IN VISTA DEL PROCESSO D'APPELLO 'PANTA REI'

A Messina c’è un verbale che farà discutere. Rilasciato da un collaboratore di giustizia anni addietro e riletto di recente alla luce di altre dichiarazioni, rilasciate all’indomani della sentenza di primo grado di Panta Rei (il processo contro il sistema di gestione mafiosa dell’Universita di Messina) da uno dei protagonisti del processo. Dichiarazioni che portano all’esistenza di un patto non scritto tra baroni ed ex studenti, siglato durante il processo stesso: “Se processo deve essere, che l’Università ricordi dei privilegi goduti grazie ai calabresi, a cominciare dalle regalie ai professori, e che le condanne, e soprattutto le eventuali richieste di risarcimento, non pesino solo sui condannati“. Un patto la cui tenuta sarà vagliata proprio durante il processo d’appello. Un equilibrio che la procura sta cercando di mettere in discussione, nella speranza che, come ha detto l’ex capo della procura Croce, chi sa, parli. AL. S. per ‘S’

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione