CONCORSI ALL'UNIVERSITA' DI MESSINA: SE FRANCO ASTONE 'SORPASSA' FABIO SAITTA… HA LA META' DEI TITOLI, MA SONO QUELLI GIUSTI

27 dicembre 2009 Mondo News

MESSINA – Uno è il figlio di Nazzareno Saitta, per anni ordinario di diritto amministrativo all’Ateneo di Messina, ora in pensione. L’altro è il figlio di Pippo Astone, onorevole democristiano di lungo corso, braccio destro di Nino Gullotti. Entrambi allievi di Aldo Rigano, sono diventati ordinario di diritto amministrativo giovanissimi. Ma si sono dovuti spostare all’Università di Catanzaro. Entrambi volevano tornare ad insegnare nell’ateneo della città natale. La possibilità è stata loro offerta dalla facoltà di Scienze Politiche che ha bandito un posto di ordinario per trasferimento. Ad aggiudicarselo è stato Franco Astone. E’ stato scelto da una commissione presieduta da Francesco Trimarchi, ordinario di diritto amministrativo di cui facevano parte Massimo Basile e Alberto Russo. Oltre cento i titoli presentati da Saitta, la metà quelli di Astone. La scelta è caduta su quest’ultimo: “ll profilo scientifico didattico è stato ritenuto più conforrne a quello richiesto dalla facoltà che cercava uno specialista in Contabilità di Stato e diritto degli appalti”, spiega Andrea Romano, il preside della Facoltà. Astone prenderà servizio il primo gennaio. (M.S) da Centonove del 24 dicembre 2009