OGGI IL 'VOSTRO' SITO COMPIE DUE ANNI: BUON 2010 A TUTTI NOI UOMINI OFFESI (E SEMPRE MENO LIBERI…)

31 dicembre 2009 Diario

BANNER X SITO AGENZIA

Fu proprio poche ore prima delle mezzanotte, quella che ci avrebbe traghettato verso il 2008, che pubblicai il mio primo articolo-saluto. Allora eravamo in pochi, buoni ma pochini. Stava per iniziare questa avventura che porta il mio nome, ma che ha nel vostro volto, nelle vostre impronte digitali che ogni giorno, sempre più, cercano questo indirizzo, nella vostra passione civile che trasmettete attraverso i commenti che lasciate, la sua forza. Sono tempi difficili, e chi fa informazione senza redini lo sa. Viviamo in un regime travestito da Repubblica controllata, dove tutti veniamo monitorati se non allineati al pensiero unico. E questo vi ricorda qualcosa amici? Non so quando tutto questo finirà, ma so che questo clima da ‘grande fratello’ avrà fine se tutti assieme lo vorremo. Altrimenti saremo condannati a non pensare più, a non raccontarvi più la verità dei fatti, che è poi il fine di una certa classe politica, ma non solo, dal colore unico, quel grigio dalle sfumature nere. Non si pedinano le anime. E’ questo che mi auguro e vi auguro. Un 2010 dove potremo riconquistare il desiderio di riprenderci in piena libertà quella voglia di vivere, di respirare la stessa aria primaverile (almeno a Messina) con la quale la natura oggi ha voluto accendere le proprie fiaccole di sole per dire addio all’anno appena trascorso. Alle tante centinaia di lettori che ogni giorno mi accompagnano in questo meraviglioso viaggio di libertà, ripubblico quel breve, se volete anche poco giornalistico, ma molto sentito, messaggio di auguri… A presto, EDG

LOGO X AGENZIA

Buon 2008, a te che hai avuto preso a calci l`entusiasmo, a te che fai la spesa pagando soltanto con la tua dignità e il tuo sudore, a te che non puoi abbracciare i tuoi figli perchè la sera, al ritorno dal lavoro, già dormono, a te che non puoi creare una famiglia perchè ti hanno scippato il futuro e la speranza, a te che devi sopportare davanti alla minaccia di un licenziamento, a te che comprano tutto, a te che vendono tutto, a te che non riesci più a scorgere l`alba con la quale ti svegliavi tutte le mattine perchè coperta da un`altra inutile e violenta palazzina, a te che verrai considerato soltanto in campagna elettorale o avrai un`identità soltanto dentro una segreteria di partito, a te tradito, a te solo perchè non allineato, a te che questa notte trascorrerai la notte sotto una pioggia di fuoco e lacrime, a te clochard, panda in una società di puttane e magnacci, a te romeno, soltanto sintesi scorretta di un rom e un rumeno, a te che hai perso la vita lavorando per costruire un futuro assieme alle persone che più amavi soltanto perchè qualcun`altro doveva mantenersi il Ferrari, a voi, ragazzi del Segesta, annegati da ipocrisia e criminale furbizia, a te Graziella censurata anche da morta, a te Dalai Lama pestato dai teppisti di anime, a te Giorgio che domani te ne andavi lasciandoci orfani della bellezza, a te che ancora compri al mercato dell`usato sperando in un sorriso, a te che cerchi di scrivere la verità, di fotografare la verità senza mercanteggiare, a tutti voi e anche a chi ho in mente e nel cuore, auguro un 2008 senza offese, un 2008 leggero come l`aria fresca dello Stretto che respirerete questa notte bambina. Piangete e commuovetevi questa notte, non vergognatevi, come in una liberazione collettiva. Fate prendere il volo al vostro cuore senza ali, l`unica cosa a colori in un mondo in bianco e nero… Auguri fratelli, Enrico.