FC Messina, ok dei giudici al concordato fallimentare: Tredici milioni di euro. La "Caronte & Tourist" e la "Fipe", altre due società della galassia economica Franza, da ieri assumono la veste di "società assuntrici"

12 aprile 2011 Cronaca di Messina

Tredici milioni di euro. È grosso modo questo il valore del concordato fallimentare dell’FC Messina che ieri mattina è stato approvato dalla seconda sezione civile del tribunale, scongiurando quindi il fallimento definitivo della società calcistica del gruppo Franza. Il collegio presieduto dal giudice Adolfo Fiorentino (relatore Cosimo D’Arrigo e componente Antonino Orifici), ha detto quindi “si” al piano di salvataggio proposto dalla società calcistica, che adesso avrà alle spalle la “Caronte & Tourist” e la “Fipe”, altre due società della galassia economica Franza le quali da ieri assumono la veste di “società assuntrici”. In pratica con il loro patrimonio si faranno carico di pagare tutti i creditori dell’FC Messina Peloro, per un ammontare complessivo di circa 13 milioni di euro. E da ieri dovrà trascorrere il termine di trenta giorni perché il concordato passi in giudicato, ma a questo punto è una formalità visto che il passaggio-chiave del piano di salvataggio preparato dal legale della società, il prof. Fabrizio Guerrera, ha avuto lo sta bene del tribunale dopo una valutazione specifica. Adesso cambia anche il ruolo del curatore fallimentare, l’avvocato Domenico Cataldo, che assume il ruolo di commissario giudiziale, in pratica vigilerà su tutta questa nuova fase aperta ieri, una fase che porterà al pieno soddisfacimento di tutti i creditori dell’FC Messina Peloro. Una parte dei debiti accumulati dall’FC Messina, i cosiddetti debiti sportivi, si tratta di circa 5 milioni di euro, sono già stati completamente saldati in precedenza dalla curatela fallimentare, adesso si tratta di chiudere il cerchio per una società calcistica che ha regalato momenti indimenticabili ai tifosi messinesi, per un’avventura in serie A che poi è finita molto male. La sentenza di primo grado dichiarativa del fallimento della società calcistica FC Messina del gruppo Franza risale al 27 novembre del 2008 e venne decisa all’epoca dal giudice Cosimo D’Arrigo.
Nuccio Anselmo – GDS