MESSINA: Abusava di lei dall'età di quattro anni, arrestato il padre sessantaseienne. IERI IN PIENO CENTRO: Bloccato dalla Polizia, aveva picchiato a sangue la compagna

14 aprile 2011 Cronaca di Messina

Giovane donna denuncia alla Polizia gli abusi di una vita. Il Commissariato Messina Nord arresta l’uomo che ne ha abusato dall’età di 4 anni. Nella giornata di ieri, gli agenti del Commissariato Messina Nord hanno proceduto ad eseguire l’ordine di esecuzione di ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere nei confronti di G.I., messinese di anni 66, responsabile di violenza sessuale nei confronti di minore. Le indagini sono state svolte dagli agenti del Commissariato Messina Nord, coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica Dottoressa Arena. La vicenda, maturata in seno alla famiglia, vede protagonisti l’uomo arrestato e la figlioletta, “iniziata” alla tenera età di appena quattro anni, al sesso, costringendola ad assistere ai rapporti sessuali che lo stesso intratteneva con la madre. Negli anni poi, con un’escalation di abusi, violenze e pressioni psicologiche, il reo ha cominciato ad abusare della bambina con palpeggiamenti e sfregamenti fino a costringerla ad avere rapporti completi all’età di 12 anni, rapporti durati fino al marzo 2009. Solo lo scorso febbraio, la vittima, ormai donna, è riuscita a liberarsi dal gioco psicologico perpetrato dall’uomo e, resa più forte da un matrimonio e una maternità, ha trovato il coraggio di chiedere aiuto e denunciare l’accaduto alla Polizia di Stato.

Le Volanti arrestano marito violento. Bloccato dalla Polizia, aveva picchiato a sangue la compagna.
Gli agenti dell’UPGSP sono intervenuti ieri pomeriggio, in via Santa Maria Alemanna, a seguito di segnalazione di donna aggredita. Giunti sul posto i poliziotti hanno individuato ed immediatamente soccorso la giovane donna con una vistosa ferita al labbro superiore nonché vari ematomi sul viso. Responsabile dell’atto criminoso il compagno della donna, S.M., messinese di anni 45, prontamente rintracciato ed arrestato per il reato di lesioni personali aggravate. La donna, accompagnata al pronto soccorso, è stata giudicata guaribile in giorni dieci. L’aggressore è stato inoltre denunciato per il reato di maltrattamenti in famiglia e stamani, sarà processato con rito direttissimo.