E' IL MESSINESE ORAZIO LANZA IL COMANDANTE: Sei gli italiani a bordo. L'imbarcazione si trovava a 400 miglia dalle coste dell'oman. MARE ARABICO: Sequestrata nave italiana. La Russa: «Mandiamo un'unità militare»

E’ di Camaro, ha 59 anni, è sposato e ha due figli di 30 e 28 anni, Orazio Lanza, il comandamte della nave italiana sequestrata dai pirati somali. I familiari si sono chiusi nel silenzio stampa imposto anche dalla società armatrice che vuole evitare di compromettere le trattative già in atto con i sequestratori. La Rosalia D’Amato, è stata attaccata poco dopo le 3 di questa mattina a largo delle coste dell’Oman a 300 miglia dall’isola di Socotra. A bordo ventuno uomini di equipaggio, due dei quali siciliani. Il comandante Lanza è l’unico messinese. Lanza, diplomato al Nautico Caio Duilio, ha sempre fatto servizio su navi mercantili o portacontainer, o sulle petroliere. Mancava per periodi lunghi da casa. Era partito da circa due mesi e sarebbe ritornato a giugno. I suoi figli, Giovanni 30 anni e Alessandro 28, non svolgono la sua stessa attività. Prima di partire dal Brasile forse aveva avuto un presentimento. “Passeremo da mari poco tranquilli – aveva detto ai parenti – speriamo bene”. La Rosalia D’Amato appartiene alla compagnia “Perseveranza navigazione”. La nave era partita dal Brasile ed era diretta in Iran e trasportava semi di soia. Una telefonata tra il comandante Lanza e l’armatore è servita però in parte a tranquillizzare i familiari. La comunicazione si è interrotta improvvisamente ma il collegamento è servito a far sapere che gli uomini dell’equipaggio stanno tutti bene. Per la moglie Caterina e i suoi due figli sono momenti di grande apprensione. L’abbordaggio è stato effettuato da due piccoli barchini a bordo dei quali c’erano i pirati armati sino ai denti. Le navi vengono sequestrate per poi chiedere un riscatto. La Farnesina è già in contatto con le ambasciate dei paesi più vicini e si è messa in conttato con la moglie del comandante così come con le altre famiglie degli italiani a bordo in tutto quattro. Sul posto si sta portando una nave della Marina militare italiana. Il sindaco Giuseppe Buzzanca ha espresso alla famiglia la solidarietà dell’amministrazione. EMILIO PINTALDI – normanno