MESSINA, L'ALLUVIONE DEL 2009: Arrivano i contributi per l'autonoma sistemazione. Più di un milione di euro alle famiglie di Giampilieri. Ma il futuro resta incerto

5 gennaio 2012 Cronaca di Messina

Poco più di un milione di euro per le famiglie di Giampilieri. Sono arrivate dalla Regione le somme destinate agli alluvionati dell’ottobre 2009 quale contributo per l’autonoma sistemazione. Si tratta di fondi che coprono i mesi di settembre, ottobre e novembre, mentre si attendono quelli relativi a dicembre. «Siamo riusciti a sbloccare l’erogazione dei finanziamenti e credo sia una buona notizia per le popolazioni interessate», afferma il sindaco. Nella stessa giornata, però, Buzzanca esprime la preoccupazione per l’attuale “vuoto di potere” creatosi ai vertici della Protezione civile regionale, dopo la scadenza del mandato affidato dal presidente Lombardo all’ing. Pietro Lo Monaco. «Ho sollevato il caso all’Ars – afferma Buzzanca –, non è possibile cambiare in corsa proprio nel pieno di un’emergenza tutt’altro che risolta. Lo Monaco, con il quale ho avuto anche momenti di contrasto, stava operando con grande determinazione e la sua mancata conferma sarebbe un gesto autolesionista». In realtà, la giunta regionale dovrebbe riaffidare oggi stesso l’incarico a Lo Monaco, sempre che non prevalgano altre logiche. L’incertezza che più affligge gli abitanti di Giampilieri riguarda la ricostruzione del cuore del villaggio, distrutto dalle colate di fango che l’1 ottobre hanno provocato 37 vittime e ferite profondissime, ancora oggi solo in piccola parte guarite. Sul progetto di “rigenerazione” delle vie Vallone e Puntale non è stata spesa più una parola, non sembrano esserci risorse sufficienti a ridisegnare il profilo urbano di quello che è stato, purtroppo, il teatro principale della tragedia dell’1 ottobre 2009. La ricostruzione – era stato presentato così quel progetto firmato dai consulenti di Lombardo – è un momento assolutamente legato alla messa in sicurezza, l’una non può prescindere dall’altra e viceversa. Si dovranno aspettare decenni prima che ciò avvenga?(l.d.)