MESSINA: La sera di cinque anni fa la tragedia del Segesta. Tra oggi e domani eventi commemorativi

15 gennaio 2012 Cronaca di Messina

Una tragedia in mare, feriti che sbarcano in porto impauriti e infreddoliti, corpi riportati a terra senza vita. In tanti hanno collegato le immagini viste ieri in tv e provenienti dall’isola di Giglio con quelle impresse ancora nelle menti di tutti i messinesi e risalenti a cinque anni fa. L’orologio del Segesta Jet s’è fermato alle 17.54 del 15 gennaio 2007. L’ora della collisione con la motonave Susan Borchard, che causò quattro vittime e un’ottantina di feriti tra i 151 passeggeri. Anche quest’anno il Sasmant, il sindacato autonomo dello Stato Maggiore delle navi traghetto, ha organizzato il “Memorial Segesta”, un appuntamento divenuto ormai fisso per onorare la memoria delle quattro vittime: Sebastiano Mafodda, comandante dell’Unità navale, Marcello Sposìto, direttore di macchina, Palmiro Lauro, marinaio, e Domenico Zona, motorista. Il grosso delle cerimonie commemorative si concentra nella giornata di oggi. Alle 11, con la presenza di Unità navali di enti e corpi militari, sarà reso omaggio alle vittime con lancio in mare di una corona di alloro nel punto in cui avvenne la collisione. Alle 16.30, nella chiesa di Santa Caterina, in via Garibaldi, verrà celebrata una messa in suffragio delle vittime con la partecipazione della corale parrocchiale San Nicola di Ganzirri. Alle 17.54, ora della collisione, alla stazione Marittima una corona di alloro sarà deposta presso il monumento alle vittime del Segesta. Domani, invece, con inizio alle 9.30, nel salone del Royal Palace Hotel, si svolgerà la quinta edizione del “Memorial Segesta”. La manifestazione prevede una tavola rotonda sul tema “Il lavoro marittimo nel nuovo millennio”, moderata dal comandante Sebastiano Pino, presidente del Sasmant. Il memorial si concluderà con la cerimonia di consegna delle borse di studio, intitolate alla memoria delle vittime, ai migliori studenti dell’Istituto nautico “Caio Duilio”.(s.c.)