TIRRENIA: Indagine della Commissione Ue sull'acquisizione da parte di Compagnia italiana di navigazione (Cin)

19 gennaio 2012 Mondo News

La Commissione Ue ha aperto un’indagine approfondita sulla prevista acquisizione del controllo congiunto di un ramo del gruppo Tirrenia da parte di Compagnia italiana di navigazione (Cin). In base all’indagine preliminare Bruxelles ha espresso «serie preoccupazioni» sulla conformità dell’operazione alle norme in materia di concorrenza, in particolare perché le parti detengono insieme quote di mercato molto elevate – se non una vera e propria posizione di monopolio – su numerose rotte italiane. In particolare, la Commissione cita «alcune rotte da e verso la Sardegna». La decisione di procedere a un esame approfondito, prosegue la nota, «non pregiudica l’esito finale dell’indagine». Da ieri, la Commissione ha 90 giorni lavorativi – fino al 4 giugno prossimo – per decidere in via definitiva se la concentrazione proposta è tale da ostacolare in modo significativo la concorrenza effettiva all’interno dello Spazio economico europeo (See). «L’acquisizione proposta potrebbe restringere notevolmente la concorrenza sul mercato, a detrimento di milioni di viaggiatori e di numerosi trasportatori – ha commentato il vicepresidente della Commissione europea e commissario per la Concorrenza, Joaquin Almunia –. Spetta alla Commissione garantire che i consumatori e gli altri utenti possano continuare a disporre di un’offerta competitiva di servizi di traghetto da e verso la Sardegna e la Sicilia». L’indagine preliminare della Commissione ha messo in evidenza che l’operazione proposta «risulterebbe in quote di mercato estremamente elevate, se non monopolistiche, per diverse rotte interne italiane». A questo stadio dell’indagine, osserva Bruxelles «sembra che, su numerose rotte, il nuovo soggetto non subirebbe una sufficiente pressione da parte di concorrenti forti, efficienti e credibili e pertanto l’acquisizione in oggetto suscita seri dubbi in quanto al suo impatto sulla concorrenza». Giovanni Cert – GDS