MUSICA: Anche i tramonti sul mare di Ponente di MILAZZO nell'album di LUCA CARBONI

13 Febbraio 2012 Culture

C’è anche un po’ di Milazzo nel video del nuovo singolo di Luca Carboni dal titolo “Per tutto il tempo”, estratto dall’album “Senza titolo”. Scorci di diversi tramonti a Ponente, uno, in particolare dalla visuale della ‘Ngonia, con immagini abbastanza dettagliate di acqua e mare girate anche a Croce di mare, all’alba, oltre a panoramiche di Lipari e Vulcano. Il trait d’union tra Carboni e la città mamertina è stato Giuseppe La Spada, digital designer milazzese da anni residente a Milano, che ha firmato il video in questione. Il cantautore bolognese è rimasto infatti folgorato dagli scatti e dalle immagini dell’artista siciliano, ritenendoli lo scenario ideale per il racconto filmato della sua canzone. E così, come in una delle trame più inaspettate che il destino disegna, è successo che ad un certo punto della vita, quel cantante amato e seguito sin dall’adolescenza ha bussato alla porta di un fan perché interessato alla sua arte. “Seguo Luca da quando sono ragazzo, ma non avrei mai immaginato che mi chiedesse di collaborare – rivela Giuseppe La Spada -.E’ una delle persone che ha contribuito maggiormente alla mia formazione e sa quanto io sia legato affettivamente ai lavori che negli anni ha prodotto. Senza di lui non sarei la persona che sono, nel senso che ho iniziato a scoprire la potenza dell’arte delle parole assieme alla musica, proprio perché affascinato dalle combinazioni meravigliose della sua ricerca. Gran parte della mia sensibilità ha trovato in lui un riferimento e un’ispirazione”. E oggi Giuseppe La Spada ha messo al servizio della musica e dei testi di Luca Carboni, foto e immagini degli elementi naturali, che da sempre caratterizzano le sue opere, su tutti il mare. “Grazie a questa collaborazione ho avuto la possibilità di confrontarmi con lui, ricevere i suoi preziosi consigli e conoscere vari aneddoti della sua carriera. – conclude La Spada -. E’ stato uno scambio di idee e immagini che in un crescendo ha preso una forma sempre più definita. Trovo che nella sua semplicità questo lavoro abbia una grande forza espressiva, la forza delle cose vere.” Mario Basile – GDS