MILAZZO: Troppi dissidi in famiglia. Preferisce il carcere ai domiciliari

26 marzo 2012 Cronaca di Messina

MILAZZO – Ha preferito andare in carcere piuttosto che rimanere a casa, dove si trovava ai domiciliari da oltre un anno, a causa di continui dissidi con i familiari. Alla fine, Cosimo De Petro, 35 anni, è riuscito nel suo intento e nella tarda serata di sabato è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione per evasione. L’uomo, sottoposto alla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza e alla misura degli arresti domiciliari dal gennaio 2011, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia, in serata aveva contattato telefonicamente i carabinieri di Milazzo manifestando la volontà di essere ristretto nella casa circondariale di Messina Gazzi, per i continui dissidi con i propri congiunti. La sua richiesta non è stata accolta dai militari, che lo hanno ammonito sulla necessità di osservare gli obblighi connessi al regime detentivo cui era sottoposto. De Petro, però, pur in assenza di autorizzazione da parte dell’Autorità giudiziaria ha deciso di uscire di casa e presentarsi in caserma. A quel punto, vista la violazione delle prescrizioni imposte con la misura custodiale del giudice, è scattato l’arresto ma non il trasferimento a Gazzi. In attesa del giudizio, De Petro, è stato trattenuto nella camera di sicurezza della Compagnia.