TERME VIGLIATORE (MESSINA): "Premio Parmaliana" alla migliore tesi su sviluppo sostenibile. La dichiarazione dell'on. Lumia sulla condanna del sindaco Cipriano

15 aprile 2012 Cronaca di Messina

Il direttore dell’Istituto di scienze e tecnologie molecolari del Cnr, Rinado Psaro, ha annunciato che il Gruppo Interdivisionale di Catalisi bandisce la terza edizione del “Premio Adolfo Parmaliana”, che viene assegnato alla migliore tesi di dottorato sulla tematica “Catalisi per lo sviluppo sostenibile”. Il premio è la conferma dell’alto valore scientifico e accademico riconosciuto dai ricercatori italiani all’opera del professor Adolfo Parmaliana che fu anche accusato ingiustamente, come dimostrato dalla recente sentenza di condanna della Cassazione nei confronti del sindaco Bartolo Cipriano che lo aveva diffamato affermando che il docente aveva riversato costi sostenuti dal partito sull’Università di Messina. Sulla vicenda è anche intervenuto il senatore del Pd Giuseppe Lumia, componente della Commissione parlamentare antimafia, che commentando la sentenza della Corte di Cassazione che condanna il sindaco di Terme Vigliatore Bartolo Cipriano per diffamazione nei confronti del professore Adolfo Parmaliana, ha dichiarato che la «sentenza riconosce valore al prof. Adolfo Parmaliana. Finalmente – ha aggiunto Lumia – una sentenza definitiva che rende giustizia ad un uomo coraggioso che ha combattuto le speculazioni e gli interessi delle consorterie mafiose del territorio. Hanno provato in tutti i modi a screditare e ad infangare la sua immagine sia da vivo che da morto con la calunnia e la disinformazione, ma oggi la verità sul valore della figura di Adolfo Parmaliana è stata riconosciuta anche dalla giustizia». La migliore attestazione per i familiari del prof. Parmaliana è quella del mondo scientifico e accademico che ha istituito per il terzo anno il premio a lui intitolato. «I concorrenti – come spiega il dottor Rinaldo Psaro del Cnr – dovranno aver ottenuto il titolo di dottore di ricerca in Italia negli anni 2010-2011-2012». I candidati dovranno inviare via e-mail a Rinaldo Psaro (r.psaro@istm.cnr.it) entro e non oltre il 30 aprile una sintesi della tesi di dottorato, un curriculum vitae e la lettera di referenza del relatore. Il vincitore verrà designato dal direttivo del Gic Gruppo interdivisionale catalisi. Il vincitore dovrà tenere una presentazione al congresso annuale della Divisione di Chimica Industriale, che si terrà a Firenze dall’11 al 14 giugno. Il Premio, oltre alla targa, prevede la copertura delle spese di iscrizione al congresso e del rimborso delle spese. Leonardo Orlando – GDS