BARCELLONA PG: A giudizio per bancarotta l'ex titolare di concessionaria Francesco Rucci

16 aprile 2012 Cronaca di Messina

A sette anni dalla dichiarazione di fallimento decisa dal Tribunale di Barcellona per una delle storiche concessionarie di auto della provincia di Messina, il gup Sara D’Addea ha disposto il rinvio a giudizio per l’amministratore della società “Fratelli Rucci”, indagato per bancarotta. Il prossimo 25 giugno – sul filo della prescrizione – in Tribunale sarà processato Francesco Rucci, 63 anni, ultimo amministratore dello storico marchio “F.lli Rucci”, la celebre concessionaria Lancia-Autobianchi e veicoli industriali “OM”, che ha chiuso l’attività un decennio prima del fallimento dichiarato dal Tribunale il 26 ottobre del 2006.
Della concessionaria “F.lli Rucci” restano nel cuore del centro cittadino i capannoni ed il piazzale che ospitavano le officine meccaniche ed i saloni espositivi. Rucci fin dagli anni 60 rappresentava una delle concessionarie più floride della provincia per la commercializzazione di marchi storici. Nel processo si è costituita parte civile l’avv. Santina Dante, in rappresentanza del curatore fallimentare avv. Andrea Vasaperna. L’imputato sarà invece difeso dall’avv. Rodolfo Campo. Il rinvio a giudizio è stato deciso perché all’imputato si contesta di aver tenuto la contabilità tra il 1992 e il 1997 in modo tale da non consentire la ricostruzione del patrimonio aziendale e dell’andamento degli affari e ciò allo scopo di procurasi un ingiusto vantaggio. Inoltre si contesta che nell’ultimo bilancio, risalente al 31 dicembre del 1994, l’indagato avrebbe indicato, al fine di creare pregiudizi ai creditori, passività inesistenti per oltre 500 milioni di vecchie lire. (l.o.)