SANT'AGATA MILITELLO (MESSINA): Disoccupato disperato si lancia dalla finestra di casa. Per fortuna solo la frattura ad un piede

26 aprile 2012 Cronaca di Messina

Sant’Agata Militello – L’inquietante lista dei suicidi e tentati suicidi legati alla crisi economica fa registrare una preoccupante escalation. Il perverso disagio non risparmia neanche i piccoli centri dove la solidarietà dei familiari è molto spesso un aiuto per superare le difficoltà quotidiane. A Sant’Agata Militello stava per consumarsi tragicamente un ennesimo dramma della disperazione dovuta alla disoccupazione e alla crisi economica. Un operaio di quarantacinque anni, sposato e padre di due figli, uno di sette e l’altro di due anni, si è lanciato da una finestra della propria abitazione al secondo piano di una palazzina nella zona periferica di contrada Capita. L’uomo, senza lavoro dallo scorso mese di gennaio, quando fu licenziato dall’impresa edile per la quale lavorava, intorno alle otto del mattino, ancora in pigiama, ha tentato di porre fine ai suoi giorni preoccupato di non potere assicurare ai propri cari il minimo necessario. Lanciandosi dalla finestra del secondo piano, per pura casualità è finito quasi in piedi, sul terreno battuto anziché sul sottostante marciapiedi. Soccorso da un vicino che ha chiesto l’intervento del 118 che ha provveduto a trasportare l’uomo all’ospedale santagatese dove i medici gli hanno riscontrato per fortuna solo la frattura ad un piede.(m.r.)