12 Maggio 2012 Cronaca di Messina e Provincia

UNIVERSITA' DI MESSINA E LEGALITA': I carabinieri ispezionano l'Ateneo. L'Unilav nel mirino

Ispezione dei carabinieri, ieri, nella sede centrale dell’Università. Dopo la denuncia di alcuni impiegati nell’Ateneo peloritano, l’Ispettorato del lavoro ha disposto alcuni controlli negli uffici universitari. Nel mirino le attività dell’Unilav. Società mista costituita dall’Ateneo e dagli ex Lsu e articolisti secondo il piano di fuoruscita dal precariato, che ha assorbito i dipendenti che precedentemente prestavano servizio nelle stesse cooperative. Alcune persone sono state interrogate in merito agli incarichi professionali ricoperti. Anche i sindacati avevano acceso i riflettori sulle posizioni di alcuni lavoratori, che sarebbero utilizzati in ruoli diversi da quelli spettanti. I controlli saranno estesi anche agli altri plessi dell’Università di Messina. La società mista Unilav è nata nel 2001, formata dall’Ateneo peloritano, socio pubblico di maggioranza, e da due cooperative, “Messana Servizi” e “Lavoro e Servizi”, rappresentate dagli stessi lavoratori ex Lsu. Ha il compito di erogare agli studenti servizi di orientamento, formazione e aggiornamento professionale. Subentrata al Cus nella gestione degli impianti della cittadella sportiva dell’Annunziata, il personale, inizialmente di 238 unità è lievitato nel corso degli anni. E proprio sulla pianta organica e sulle assunzioni vuole verderci chiaro l’Ispettorato del lavoro.(r.d.)