15 Maggio 2012 Cronaca di Messina e Provincia

MESSINA: La morte del piccolo Francesco al Policlinico: acquisite nuove foto

Udienza tesissima, lacerante, quella di ieri celebrata davanti al giudice Daniela Urbani per la morte del piccolo Francesco Foti, il bimbo di sei mesi spirato nel febbraio del 2007 al Policlinico di peritonite, dopo un calvario sanitario durato settimane. Un procedimento che vede coinvolti nove medici, accusati di omicidio colposo. Al termine dell’udienza, iniziata in mattinata, poi sospesa per un certo periodo e conclusasi solo nel tardo pomeriggio, il dato-chiave è probabilmente uno: una serie di fotografie relative all’autopsia di cui il pm Anna Maria Arena in apertura d’udienza aveva chiesto l’acquisizione agli atti, suscitando la dura opposizione del collegio di fesa, sono entrate a pieno titolo nel fascicolo del dibattimento. In un primo tempo il giudice Urbani ne aveva rigettato l’acquisizione, ma nel corso della deposizione di uno dei periti del pm, il prof. Procaccianti, sarebbero emersi fatti nuovi che hanno fatto propendere il giudice per l’acquisizione. Altro dato: il pm Arena ha formalizzato la riapertura delle indagini e la recente richiesta di rinvio a giudizio per uno dei medici che inizialmente erano stati scagionati, questo sulla scorta di una nuova perizia affidata al prof. Luigi Angiò. Prossima udienza il 28 giugno. Parte civile gli avvocati Nunzio Rosso ed Enrico Ricevuto, difensori gli avvocati Laura Autru Ryolo, Antonella Pustorino, Giancarlo Smiroldo, Franco Pustorino, Elena Andronaco, Luigi D’Andrea e Lori Olivo.(n.a.)