29 Maggio 2012 Cronaca di Messina e Provincia

ROCCALUMERA (MESSINA), IL PESCATORE SCOMPARSO: Il cellulare di Criso agganciato alle 4,30 di venerdì mattina

Il comando della Guardia Costiera di Reggio Calabria, che coordina le ricerche del pescatore di Roccalumera da tre giorni disperso nelle acque dello Stretto di Messina, è riuscito a stabilire l’orario e localizzare la posizione di Carmelo Criso poco prima della sua sparizione. Secondo gli inquirenti il 67enne pescatore si sarebbe trovato a otto miglia nord-ovest del porto di Gioia Tauro e stava rientrando verso il porto peloritano. L’orario, agganciato alla sua ultima chiamata tramite la cella telefonica di un ripetitore di Messina, sarebbe stato alle quattro e mezzo circa. Dopo questo orario c’è stato il silenzio totale. Secondo gli esperti della Guardia Costiera «si potrebbe trattare di una disattenzione del pescatore o di un’onda anomala creata da una nave in transito. Anche perché quella notte il mare era forza calmissimo e non c’erano venti». Ed è forse la soluzione più attendibile, perché la sparizione del pescatore e del natante fanno presagire che l’imbarcazione (lunga mt. 5,80 di colore bianca con motore fuoribordo) sia stata risucchiata da qualche risacca o inghiottita da un’onda anomala, oppure speronata da una nave in transito lungo lo Stretto. Sino a questo momento sono stati rinvenuti (e riconosciuti da un familiare del Criso) il coprisedile del motoscafo, il salvagente, la borsa frigo e la tanica di benzina. Dell’imbarcazione, invece, nessun rottame. Le ricerche coordinate dal comando della Guardia Costiera di Reggio Calabria saranno intensificate nella giornata di oggi con l’impiego di un elicottero, che decollerà da Catania, di tre motovedette della Guardia Costiera di Messina, Gioia Tauro e Reggio Calabria e con una unità della Guardia di Finanza. Il pattugliamento riguarderà specificatamente l’area dello Stretto e da Reggio Calabria in su. Sono stati informati i comandanti delle navi traghetto e delle navi mercantili che giornalmente attraversano lo Stretto di Messina, per una particolare ispezione del mare. A Roccalumera, in casa di Carmelo Criso, la gente si è stretta attorno alla moglie Rosalba che da tre giorni aspetta il ritorno del marito. Pino Prestia – GDS