CINEMA: Al cast di "Cesare deve morire" un premio ai Nastri d'Argento. Gli attori sono detenuti. La consegna il 30 giugno a Taormina

30 Maggio 2012 Culture

ROMA – C’è anche un premio per il cast di “Cesare deve morire”, quest’anno, ai Nastri d’Argento. In via del tutto eccezionale, e per la prima volta da quando il film dei Taviani ha iniziato a Berlino la sua corsa tra i premi più importanti del mondo, saranno presenti lunedì prossimo a Villa Medici anche i protagonisti del film che ha conquistato l’Orso d’oro e per i giornalisti cinematografici il “Nastro dell’anno 2012”. Un meritato riconoscimento collettivo per il cast che accompagnerà Paolo e Vittorio Taviani, la produttrice del film, Grazia Volpi, il montatore Roberto Perpignani e Fabio Cavalli, responsabile del laboratorio teatrale. L’appuntamento romano con i Nastri d’Argento è, come tradizione, nella sede dell’Accademia di Francia a Roma, a Villa Medici, che i giornalisti cinematografici ringraziano ancora una volta per la disponibilità. La cerimonia di premiazione dei Nastri d’Argento – che saranno votati a partire dal 4 giugno e fino al 18 dai giornalisti iscritti al SNGCI – è confermata al Teatro Antico di Taormina sabato 30 Giugno prossimo e sarà trasmessa in differita da Raiuno. Anche questa 66. edizione dei Nastri è una produzione del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, come sempre autonoma dal Festival di Taormina. Nati nel 1946 a Roma, i Nastri hanno infatti una lunga storia con Taormina e con il Teatro Antico. Premio di interesse culturale nazionale, sono realizzati con il sostegno del MiBAC, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, main sponsor BNL- Gruppo BNP Paribas.

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione