MESSINA, DAL SETTIMANALE CENTONOVE: FARMATRUFFA, DINO CUZZOCREA PAGHI. LA CORTE DEI CONTI CONDANNA L'AMMINISTRATORE DELLA SITEL CHE NEGLI ANNI '90 CURAVA L'ACQUISTO DI FARMACI AL POLICLINICO

6 ottobre 2012 Cronaca di Messina

cuzzocrea

DINO CUZZOCREA, AMMINISTRATORE DI FATTO DELLA SITEL SRL E CONCETTA PAONE, EX RESPONSABILE DELLA FARMACIA DEL POLICLINICO, SONO STATI CONDANNATI A PAGARE 461 MILA EURO ALL’UNIVERSITA’ DI MESSINA. LA DECISIONE E’ STATA ADOTTATA DALLA CORTE DEI CONTI IN GRADO D’APPELLO AL TERMINE DI UN LUNGHISSIMO PROCEDIMENTO INIZIATO A SEGUITO DELL’INCHIESTA PENALE SULL’ACQUISTO A PREZZI MAGGIORATI DI FARMACI DA PARTE DEL POLICLINICO UNIVERSITARIO. DINO CUZZOCREA, FACTOTUM DELLA SOCIETA’, CHE IN VIRTU’ DI UNA CONVENZIONE CURAVA L’ACQUISTO DI FARMACI DA PARTE DELL’AZIENDA UNIVERSITARIA, E CONCETTA PAONE, IN PRECEDENZA DIPENDENTE DELLA SITEL, CON LE LORO CONDOTTE, IN CONCORSO, HANNO DETERMINATO UN DANNO ALLE CASSE PUBBLICHE. IN SOSTANZA, AL PRIMO VIENE CONTESTATO DI AVER PROPOSTO ALL’AZIENDA CONTRATTI DI FORTITURA DI FARMACI AD UN PREZZO MAGGIORATO RISPETTO A QUELLO DI LISTINO, ALLA SECONDA DI AVER AVALLATO DOLOSAMENTE TALE ANDAZZO, ATTESTANDO LA REGOLARITA’ DEGLI STESSI CONTRATTI. IN SEDE PENALE ENTRAMBI ERANO STATI ASSOLTI (NON DOVERSI PROCEDERE) DALLA CORTE D’APPELLO DI MESSINA MA – COME HANNO RILEVATO I GIUDICI CONTABILI – “SOLO PER PRESCRIZIONE”. “DA UN’ATTENTA LETTURA DELLA SENTENZA, INFATTI, EMERGE CHE LA CORTE D’APPELLO HA RITENUTO PIENAMENTE PROVATA LA RESPONSABILITA’ DI PAONE E CUZZOCREA IN ORDINE A VARI IPOTESI DELITTUOSE”, HANNO MOTIVATO I MAGISTRATI ERARIALI. IN PRIMO GRADO LA CORTE DEI CONTI AVEVA CONDANNATO CONCETTA PAONE A PAGARE L’INTERO DANNO. DINO CUZZOCREA ERA STATO INVECE ASSOLTO. MICHELE SCHINELLA – CENTONOVE DEL 5 OTTOBRE 2012