MESSINA: L' operazione contro la prostituzione "Dolce Vita". Il ruolo di Giardinieri come fondatore del “Dubai”, Il vice presidente del consiglio comunale di Militello Rosmarino che ha subito dal gip di Patti la misura dell’obbligo di dimora

17 ottobre 2012 Cronaca di Messina

Su uno degli indagati, che è anche amministratore pubblico, s’è concentrata l’attenzione dei media. Si tratta del 32enne Benedetto Giardinieri, originario di Sant’Agata di Militello e attuale vicepresidente del consiglio comunale di Militello Rosmarino. Per lui il gip Scolaro ha deciso una misura afflittiva meno dura del carcere o dei domiciliari, ovvero l’obbligo di dimora. Ecco come tratteggia il gip Scolaro il suo coinvolgimento nell’ordinanza di custodia cautelare: «L’indagato in esame è stato uno dei soci fondatori e membro (nella qualità di amministratore) del consiglio direttivo del circolo Dubai Night Club. L’attività investigativa espletata consente di affermare che la sua qualifica non era di mera facciata, rientrando di fatto nel nucleo di gestione del circolo sin da quando aveva sede in Militello Rosmarino e fino al momento delle sue dimissioni. Nella veste di amministratore del preteso circolo, Giardinieri teneva i rapporti con lo stesso proprietario dell’immobile (poi distrutto dalle fiamme dell’incendio del 14.11.2011) e con i fornitori del locale, che a lui infatti rivolgevano le richieste di soddisfacimento dei crediti insoluti».