MESSINA, LA VERGOGNA A.N.Co.L DELL'EX ASSESSORE COMUNALE AL LAVORO MELINO CAPONE: PUBBLICHIAMO TUTTI I NOMI DEGLI ASSUNTI (NOTI), I RUOLI, LE RELATIVE PARENTELE, LE RETRIBUZIONI. E LA SORELLA DELL'EX SINDACO BUZZANCA INSEGNAVA ESTETICA A 1.417,00 EURO AL MESE…

CAPONE

L’EX ASSESSORE AL COMUNE DI MESSINA MELINO CAPONE

PUBBLICHIAMO L’ELENCO UFFICIALE DEGLI ASSUNTI ‘AMICI E PARENTI DI..’ ALL’ANCOL CON LE RELATIVE QUALIFICHE E RETRIBUZIONI*.

LEGALE RAPPRESENTANTE E/O COMMISSARIO REGIONALE: CARMELO CAPONE, NATO A MESSINA IL 17.09.1960 (EX ASSESSORE COMUNALE DI MESSINA ALLE POLITICHE DEL LAVORO)

DIRETTORE GENERALE: LOREDANA PAGANO; NATA A MESSINA IL 22.11.1968 (MOGLIE DI NATALE CAPONE, FRATELLO DI CARMELO), LA PREDETTA E’ STATA ASSUNTA DALL’ALCOL IN DATA 30.09.2004 CON CONTRATTO DI COLLABORATORE AMMINISTRATIVO ORGANIZZATIVO 4° LIV. ‘FULL TIME’, DALL’11/10/04 TRASFORMATA IN DIRETTORE 8° LIVELLO: DAL 05/06/2008 PASSA DA 8° LIVELLO DIRETTORE A 9° LIVELLO DIRETTORE GENERALE. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE DI EURO 2.006,00 (RETRIBUZIONE RELATIVA AL IX° LIVELLO NEL MESE DI GENNAIO 2012)

DIRETTORE AMMINISTARTIVO: NATALE CAPONE, NATO A MESSINA IL 19.02.1965 (FRATELLO DI CARMELO CAPONE), ASSUNTO ALL’ANCOL IL 15.07.2005 CON CONTRATTO ‘FULL TIME’, OPERATORE AMMINISTRATIVO – 4° LIVELLO IN DATA 01.01.2007 PASSA A DIRETTORE 8° LIVELLO. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE DI CIRCA 1.770,00 EURO (RETRIBUZIONE RELATIVA AL MESE DI GENNAIO 2012)

DIRETTORE DI SEDE: DANIELA D’URSO, NATA A MESSINA IL 31.07.1969 (MOGLIE DELL’EX SINDACO DI MESSINA GIUSEPPE BUZZANCA) ASSUNTA ALL’ANCOL IL 15.07.2005 CON CONTRATTO ‘FULL TIME’ – OPERATORE AMMINISTRATIVO – 4° LIVELLO, PASSA AL 7° LIVELLO. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE DI CIRCA EURO 1.699,00 (RETRIBUZIONE MESE GENNAIO 2012), FACENDOLA TRANSITARE IL 06.05.2008 DAL IV° LIVELLO AL VII° LIVELLO.

SEGRETARIO AMMINISTRATIVO PRESSO SEDE DI VIAGRANDE: GIUSEPPE CAPONE, NATO A MESSINA IL 22.01.1938, PADRE DI CARMELO CAPONE. CON UNA RETRIBUZIONE MEDIA DI EURO 3.500.00 CIRCA

FORMATORE PRESSO SEDE DI MESSINA: ROSARIA LA SCALA, NATA A MESSINA IL 09.07.1942, MADRE DI CARMELO CAPONE. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE DI CIRCA 5.514,57 (RETRIBUZIONE MENSILE RIFERITA AL GENNAIO 2008)

RESPONSABILE AMMINISTRATIVO SEDE DI MESSINA: GIOVANNA CAPONE, NATA A MESSINA IL 05.10.1979, CUGINA DI CARMELO CAPONE. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE DI CIRCA 1.407,00 EURO (RETRIBUZIONE RELATIVA AL MESE DI GENNAIO 2012), FACENDOLA PERALTRO TRANSITARE IL 06.05.2008 DAL II° LIVELLO AL V° LIVELLO.

RESPONSABILE AMMINISTRATIVO SEDE DI MESSINA: CARMELO IMPALLOMENI, NATO A MESSINA IL 26.08.1968, CUGINO DI CAPONE CARMELO. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE DI CIRCA 1.406,00 EURO (RETRIBUZIONE RELATIVA AL MESE DI GENNAIO 2012), FACENDOLO PERALTRO TRANSITARE IL 06.05.2008 DAL II° LIVELLO AL V° LIVELLO.

OPERATIVO AMMINISTRATIVO SEDE DI MESSINA: PAOLO IMPALLOMENI, NATO A MESSINA IL 07.09.1964, CUGINO DI CARMELO CAPONE. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE DI CIRCA 1.404,00 EURO (RETRIBUZIONE MESE DI GENNAIO 2012).

FORMATORE PRESSO LA SEDE DI BARCELLONA PG: MATILDE BUZZANCA, NATA A BARCELLONA PG IL 30.08.1959, SORELLA DI GIUSEPPE BUZZANCA, EX SINDACO DI MESSINA. FACENDOLA TRANSITARE IL 06.05.2008 DAL II° LIVELLO PART TIME AL V° LIVELLO, DOCENTE DI ESTETICA, CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE DI EURO 1.417,00 (MESE DI GENNAIO 2012)

FORMATORE PRESSO LA SEDE DI MESSINA: LUCIA LANIA, NATA A MESSINA IL 05.02.1965, MOGLIE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DEL COMUNE DI MESSINA SALVATORE TICONOSCO. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE DI EURO 382,00 (MESE DI SETTEMBRE 2009)

OPERATORE AMMINISTRATIVO SEDE DI BARCELLONA PG: ANTONIO ALIBERTI, NATO A MESSINA IL 02.08.1975, GIA’ CONSIGLIERE COMUNALE DI BARCELLONA PG NELLE FILE DI ALLEANZA NAZIONALE. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE NETTA DI CIRCA 1.555,00 EURO

OPERATORE AMMINISTRATIVO SEDE DI BARCELLONA PG: ROCCO LIZIO, NATO A BARCELLONA PG IL 19.05.1974, FRATELLO DI PIO LIZIO, GIA’ CONSIGLIERE COMUNALE DI BARCELLONA PG. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE NETTA DI CIRCA 1.219,00 EURO (MESE DI APRILE 2011).

TUTOR PRESSO LA SEDE DI BARCELLONA PG: MARIA ELENA ANASTASI, NATA A MESSINA IL 31.10.1971, MOGLIE DI FILIPPO SOTTILE, EX ASSESSORE DI ALLEANZA NAZIONALE. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE NETTA DI CIRCA 1.672,00 (AL MESE DI APRILE 2011)

OPERATORE AMMINISTRATIVO SEDE DI BARCELLONA PG: LIDIA CUSUMANO, NATA A MILAZZO IL 14.12.1963, SORELLA DI MARIA ROSARIO CUSUMANO, ESPONENTE DI ALLEANZA NAZIONALE, GIA’ PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE DI MILAZZO. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE NETTA DI CIRCA 1.211,00 EURO (AL MESE DI APRILE 2011).

TUTOR PRESSO LA SEDE DI BARCELLONA PG: ANTONELLA SGRO’, NATA A MILAZZO IL 16.07.1963, MOGLIE DI SANTINO SARAO’, GIA’ ASSESSORE DI ALLEANZA NAZIONALE DEL COMUNE DI MILAZZO. CON UNA RETRIBUZIONE NETTA MENSILE DI CIRCA 1.467,00 CIRCA (MESE DI APRILE 2011)

AUSILIARIO SERVIZI GENERALI PRESSO LA SEDE DI BARCELLONA PG: TINDARO VALENTI, NATO A BARCELLONA PG IL 18.03.1958, GIA’ SEGRETARIO PERSONALE DEL SENATORE DOMENICO NANIA. CON UNA RETRIBUZIONE NETTA DI CIRCA 1.211,00 EURO (RETRIBUZIONE DI APRILE 2011), TRANSITANDO IL 06.05.2008 DAL I° LIVELLO AL II° LIVELLO.

FORMATORE PRESSO LA SEDE DI BARCELLONA PG: FRANCESCO DOMENICO CALABRO’, NATO A MILAZZO IL 19.02.1975, CUGINO DEL SENATORE DOMENICO NANIA. CON UNA RETRIBUZIONE MENSILE NETTA DI CIRCA 1.406,00 (MESE DI APRILE 2011).

*dall’avviso di conclusione delle indagini preliminari

NESSUNO DEI DIPENDENTI ANCOL RISULTA TRA GLI INDAGATI.

L’INCHIESTA.
Tredici milioni e 600 mila euro percepiti indebitamente dalla Regione siciliana dal 2006 al 2011 dall’Ancol Sicilia, l’Associazione nazionale delle Comunità di lavoro, una onlus senza scopo di lucro. Eppure al suo interno sono stati assunti ed hanno fatto carriere familiari di importanti esponenti politici messinesi e siciliani. Ora il sostituto procuratore Camillo Falvo ha inviato un avviso di conclusione indagini all’ex assessore comunale alla viabilità Melino Capone. Nei suoi confronti è ipotizzato il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. L’inchiesta, condotta meticolosamente dagli uomini della sezione di PG della Guardia di Finanza, prende in considerazione fatti iniziati nel 2006. Fino all’anno precedente Capone rivestiva la carica di commissario regionale per l’Ancol Sicilia. Ma per una serie di contrasti con la sede centrale di Roma la carica gli fu revocata. L’ancol nazionale inviò una lettera alla Presidenza della Regione Siciliana annunciando la revoca dell’incarico a Capone e che in Sicilia non esistevano più circoli e sedi regionali della onlus. Lettera che fu archiviata, secondo l’accusa, senza pubblicizzarne il contenuto ai dirigenti regionali da Patrizia Di Marzo, funzionario direttivo della segreteria dell’avvocato generale della regione siciliana e Anna Saffioti responsabile dell’area affari generale della regione entrambe indagate nell’inchiesta. Nonostante la revoca dell’incarico Melino Capone, secondo quanto accertato dai finanzieri, avrebbe continuato a presentare alla regione siciliana progetti formativi in qualità di rappresentante legale dell’Ancol Sicilia. Progetti regolarmente ammessi al finanziamento per un totale di 13 milioni e 600 mila euro. In questi anni sono state aperte nuove sedi a Barcellona, Priolo, Catania, Palermo e Mirabella Imbaccari nelle quali sono state assunte decine di persone. In particolare Capone ha assunto il padre con uno stipendio medio di 3500 euro mensili,la madre, il fratello, la moglie e tre cugini ma anche mogli e familiari di politici regionali e nazionali, di sindaci, assessori e consiglieri comunali di Messina e provincia tutti appartenenti alla sua area politica. Persone che negli anni sono transitate dai livelli bassi a quelli dirigenziali. Dei tredici milioni e mezzo di euro che, secondo gli inquirenti sarebbero stati percepiti indebitamente, il 70% è stato erogato dal fondo sociale europeo, il 21% dallo Stato e il 9% dalla Regione Siciliana.