Appello degli ambientalisti: stop al finanziamento dell’Utopia sullo Stretto di Messina. Fai, Italia Nostra, Legambiente, MAN e WWF manifesteranno oggi presso la Sala Mercede della Camera dei Deputati

Fai, Italia Nostra, Legambiente, MAN e WWF manifesteranno oggi, presso la Sala Mercede della Camera dei Deputati, i cinque buoni motivi per liberare l’Italia dall’insostenibile progetto del Ponte sullo Stretto di Messina.

L’utopia del progetto si concretizza in particolar modo in ambito economico, urbanistico, geologico. Esperti referenziati in questi settori avranno modo di argomentarne le cause di non fattibilità durante il convegno La scelta insostenibile del Ponte sullo Stretto di Messina, attraverso cui gli ambientalisti chiedono al governo lo scioglimento degli enti preposti allo sviluppo del progetto-chimera: General Contractor e Stretto di Messina Spa.

Interverranno a margine degli interventi Vittorio Cogliati Dezza, presidente Legambiente nazionale, Teresa Liguori, vicepresidente nazionale Italia Nostra, Costanza Pratesi, responsabile ufficio ambiente e paesaggio FAI, Fulco Pratesi, presidente onorario WWF Italia.