MESSINA (San Filippo del Mela): Amianto killer, muore un ex operaio Sacelit. Centodecimo decesso su 210 lavoratori

7 dicembre 2012 Cronaca di Messina

senigallia

MESSINA – L’amianto miete ancora vittime a distanza di anni. Eternit lavorato o semplicemente respirato nell’ex industria Sacelit di Archi che continua inesorabilmente a conteggiare i decessi. La notte scorsa è morto un altro ex dipendente della ribattezzata «fabbrica della morte». Si tratta di L. F., 74 anni. Si tratta del centodecimo deceduto fra i 210 ex dipendenti. Anche lui è morto «per asbestosi pleurica, insufficienza respiratoria, placche della pleura parieto-costale e diaframmatica, tumore alla prostata ed alla vescica». Aveva lavorato per diversi anni alla ex cementeria di Villafranca Tirrena prima di approdare alla Sacelit di San Filippo del Mela.

IL SINDACALISTA – Ricorda Salvatore Nania, ex dipendente Sacelit e sindacalista: «Ha sempre svolto il suo lavoro con estrema correttezza, serietà e grande professionalità, non immaginando che quel posto che gli permetteva il sostenimento della propria famiglia sarebbe stato causa di atroci sofferenze e di morte».