Pd, i candidati nelle liste di Camera e Senato in Sicilia

Alla fine il braccio di ferro tra il Pd siciliano e la direzione nazionale sugli 11 posti blindati si è concluso con un incontro a metà strada. O meglio, qualche centimetro in più della metà strada, perché gli 11 intoccabili, non transitati dalle primarie del 30 dicembre, sono scesi ad 8. Nel pomeriggio a Roma il varo delle candidature.

Ecco tutti i nomi dei candidati del Partito Democratico in Sicilia alle prossime elezioni politiche tra i due collegi della Camera ed il collegio unico Senato.

Al Senato capolista in Sicilia è il giornalista della Rai Corradino Mineo subito seguito dal vincitore delle primarie a Trapani Nino Papania, Venerina Padua, Amedeo Bianco (presidente della federazione nazionale degli Ordini dei medici), Pamela Orrù, Liliana Modica, Giovanni Barbagallo, Alessandra Siragusa, Gigi Bellassai, Pino Apprendi, Antonio Saitta, Tonino Russo, Giovanni Cafeo, Lillo Speziale, Lucia Tarro Celi, Angela Barone, Carmela Castelluccio, Giovanni Battaglia, Giuliana Zerilli, Enzo Di Girolamo, Antonella Maggio.

Alla Camera, collegio Sicilia Orientale (nel quale rientra la provincia di Messina) i candidati sono: Flavia Nardelli (direttore dell’Istituto Sturzo) Giuseppe Beretta, Francantonio Genovese, Giuseppe Lauricella, Fausto Raciti, (segretario nazionale giovani Pd) Giuseppe Zappulla, Vladimiro Crisafulli, Luisella Albanella, Maria Tindara Gullo, Giovanni Burtone, Sofia Amoddio, Marilena Samperi, Tania Spitaleri.

Nel collegio Sicilia Occidentale il capolista èil segretario nazionale del Pd, Pierluigi Bersani, seguito da: Magda Culotta, Angelo Capodicasa, Luigi Taranto, Marco Causi, Davide Faraone, Daniela Cardinale, Teresa Piccione, Angelo Ribaudo, Tonino Moscatt, Maria Jacono, Dario Safina, Rosalia Stadarelli, Daniele Camilleri, Francesca Corpora, Marina Militello, Bernardo Mattarella, Davide Cammarata, Angela Maria Galvano, Rosa Faragi, Annamaria Angileri.

Di fatto, i due capilista alla Camera, Bersani e Nardelli ad urne chiuse con ogni probabilità opteranno per altri collegi dove sono anche candidati, facendo quindi scorrere la lista. Solo Corradino resta blindato al primo posto al Senato. I restanti 8 blindati sono stati sistemati dentro le liste ma non esclusivamente nei posti chiave, anche se sempre in “un’ottima poltrona” (vedi ad esempio Fausto Raciti). Nel collegio che interessa Messina Francantonio Genovese è terzo, ma, nei fatti è secondo perché la Nardelli dovrebbe optare altrove ed in ogni caso le sue 20 mila preferenze gli son giovate il posto migliore in lista. E’ probabile che ad esempio Vladimiro Crisafulli non faccia i salti di gioia per il posto assegnato. L’altra messinese in lista alla Camera Maria Tindara Gullo, letteralmente catapultata con oltre 11 mila preferenze alle primarie nonostante non abbia mai fatto politica sul campo risulta nona. Resta fuori da tutte le liste il candidato renziano Alessandro Russo. Passando al Senato la prima messinese in lista è Liliana Modica, sesta dopo il gruppo dei blindati, mentre Antonio Saitta è undicesimo e Lucia Tarro Celi è quindicesima.

Nonostante le indiscrezioni e i tentativi non sono stati inseriti nelle liste Carlo Vizzini in quota Psi (che tra l’altro ha smentito di essere mai stato interessato), Sergio D’Antoni, bocciato alle primarie o l’ex assessore regionale Massimo Russo