MESSINA: Maxi liquidazione non dovuta, arrestato ex commissario dell'ATO 3 ANTONIO RUGGERI. Ato3: una lettera anonima su avanzamenti "anomali" finisce in Procura

22 gennaio 2013 Cronaca di Messina

Antonio Ruggeri - Ato 3 Messina

L’ex commissario liquidatore dell’Ato 3 Antonio Ruggeri è stato arrestato ieri sera dalla Polizia con l’accusa di peculato. Ruggeri si trova agli arresti domiciliari nella sua abitazione di via Industriale. Secondo l’accusa avrebbe disposto un bonifico di 132.692 euro nel suo conto corrente quale compenso per l’incarico svolto nel periodo 2010-2012. L’accredito è stato fatto il 5 settembre scorso, cioè l’ultimo giorno utile prima di lasciare l’incarico. In realtà Ruggeri aveva firmato, al momento dell’insediamento quale commissario liquidatore dell’Ato 3, una dichiarazione di rinunzia ai compensi poiché aveva già accumulato diverse cariche pubbliche.

In particolare Ruggeri è stato capo di gabinetto dell’ex sindaco Buzzanca ma anche vice del sindaco nell’ufficio del soggetto attuatore per la ricostruzione delle zone colpite dall’alluvione del primo ottobre 2009.

Il magistrato ha disposto anche il sequestro preventivo della somma fino ad un massimo di 110.000 euro. Gli agenti della Pg hanno trovato sul suo conto 52mila euro che sono finiti sotto chiave. Il provvedimento, eseguito dagli agenti della sezione di PG della Polizia, coordinati dal vicequestore aggiunto Fabio Ettaro, è stato firmato dal gip Salvatore Mastroeni su richiesta del sostituto procuratore Liliana Todaro. da tempostretto.it

Ato3: una lettera anonima su avanzamenti “anomali” finisce in Procura.
Gli arresti di Antonio Ruggeri fanno il paio all’Ato3 Rifiuti con quello che è successo questa mattina in commissione Partecipate al Comune. Una lettera non firmata è stata indirizzata al Presidente della commissione Partecipate, il consigliere Nello Pergolizzi. All’interno, la missiva è scritta con un personal computer, vengono lanciate gravi accuse su presunte “agevolazioni” per dipendenti dell’Ato3. Si parla di provvedimenti di favore per funzionari dell’ente di via Cavalieri della Stella passati dal quarto al sesto livello. Vengono indicati nomi e atti anche con commenti molto “pesanti” ma a quanto pare scritti da qualcuno che sa bene quanto avvenuto negli anni della gestione Ruggeri all’Ato3, prima da amministratore e poi da commissario. Il presidente Pergolizzi ha chiesto e ottenuto, dalla commissione, di votare la trasmissione della lettera in Procura perché s’ipotizzano profili di reato. La commissione ha votato all’unanimità che la missiva sia indirizzata alla Procura per gli eventuali provvedimenti del caso. Il testo contiene, infatti, riferimenti importanti su determinati passaggi di livello con conseguenti benefit economici che hanno ottenuto alcuni impiegati dell’Ato3 rifiuti. @Acaffo