MESSINA: L’ex commissario liquidatore dell’Ato 3 Antonio Ruggeri interrogato dal Gip sui motivi dell'autoliquidazione

30 gennaio 2013 Cronaca di Messina

L’ex commissario liquidatore dell’Ato 3 Antonio Ruggeri, ai domiciliari dalla settimana scorsa con l’accusa di peculato, è stato interrogato stamattina dal gip Salvatore Mastroeni. Ruggeri ha risposto alle domande del giudici spiegando le ragioni per cui, dopo aver rassegnato le dimissioni, si è autoliquidato 130.000 euro per quattro anni di lavoro al vertice dell’Ato 3. In realtà Ruggeri aveva firmato un documento ufficiale con il quale accettava l’incarico a titolo gratuito avendone già cumulati altri a cominciare da quello di capo di gabinetto del sindaco Buzzanca. Al termine dell’interrogatorio il gip Mastroeni si è riservato la decisione sulla richiesta di scarcerazione avanzata dal suo legale, l’avvocato Laura Autru Ryolo.