Barcellona Pozzo di Gotto, solidarietà al Carabiniere vittima di un grave atto intimidatorio. Tante le reazioni di sdegno del mondo politico e istituzionale

5 marzo 2013 Cronaca di Messina

L’atto intimidatorio al maresciallo dei Carabinieri della Compagnia di Barcellona Pozzo di Gotto (testa di cavallo mozzata trovata dinnanzi la propria abitazione) ha toccato l’intera comunità del Longano. A Barcellona Pozzo di Gotto non si può più tacere, la violenza contro le forze dell’ordine e le varie rappresentanze istituzionali spesso non è libera ma a “sovranità contenuta”. E quando simili episodi colpiscono i rappresentanti delle istituzioni, gli attentati non colpiscono la vittima designata ma l’intera collettività. A seguito di ciò, numerose le reazione di sdegno da tutto il mondo politico ed istituzionale.

Comunicato Sindaco Maria Teresa Collica: “Il Sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto intende esprimere la propria piena solidarietà e vicinanza al Maresciallo dei Carabinieri che, ieri sera, ha subito una vile intimidazione di stampo mafioso. Non si possono tollerare episodi del genere in città, una città che sta cercando di reagire sempre a testa alta e che merita di conoscere momenti di serenità. L’operato dell’Arma dei Carabinieri è stato cruciale in questi anni, portando a compimento numerose operazioni contro la presenza criminale. È necessario pertanto far sentire la piena e forte solidarietà al maresciallo e a tutti i suoi colleghi dell’arma ribadendo che questi sono esempi positivi che tutta la cittadinanza rispetta e vuole difendere. Un segnale importante viene oggi dalla stessa cittadinanza che, in maniera spontanea, ha organizzato un momento di solidarietà silenziosa cui la Giunta intende prendere parte”.

Comunicato Presidente del Consiglio Angelo Paride Pino: “Il Presidente del Consiglio e tutto l organo consiliare condannano fermamente l’eclatante gesto intimidatorio subito da un nostro militare,quando si compiono atti di questo tipo è perchè la criminalità si sente seriamente indebolita, la risposta della società civile unita alle istituzioni è sempre un azione decisa ed efficace tesa ad affermare diritto alla sicurezza ed alla legalità per consentire il buon governo della cosa pubblica e la tutela esclusiva dell interesse generale. Do piena disponibilità insieme a tutto il civico consesso a lottare insieme e con tutte le realtà della nostra città sociali,ecclesiastiche,economiche,istituzionali e politiche”.

Comunicato Associazione “Contro tutte le mafie Paolo Vive”: “L’associazione è stata sempre vicina alle forze dell’Ordine e lo è ancora di più in questo momento. La stessa associazione esprime tutta la sua solidarietà al maresciallo colpito dal grave accaduto, il quale non si deve sentire solo, l’unione fa la forza!”

Comunicato On. Sonia Alfano: “La minaccia di stampo mafioso subìta ieri sera da un maresciallo dei Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto (ME) è un vile attacco all’Arma e a un carabiniere da tutti riconosciuto come integerrimo e impegnato in prima linea nel contrasto alla criminalità organizzata. Già in mattinata ho sentito il Capitano Filippo Tancon Lutteri, al quale ho manifestato la mia più sincera vicinanza. Al maresciallo e a tutti i colleghi come lui impegnati su un territorio difficile, voglio ribadire la mia piena solidarietà e il ringraziamento per le operazioni portate a termine contro una delle organizzazioni criminali più potenti: la mafia barcellonese. Episodi come questi si erano già registrati a Barcellona, ma mai nei confronti di uomini delle forze dell’ordine. Un attacco ai Carabinieri è un attacco a tutta la cittadinanza onesta. E’ un bene e un orgoglio che i cittadini abbiano deciso di rispondere all’aggressione e alla prepotenza schierandosi a fianco delle istituzioni democratiche”.

Comunicato “Circolo Enrico Berlinguer Barcellona“: “Il Circolo Enrico Berlinguer di Barcellona P. G. e tutta la Federazione di SEL Messina esprimono la massima solidarietà al Maresciallo dei Carabinieri che ha subito un atto intimidatorio così vigliacco e grave. Sottolineano altresì il fondamentale lavoro svolto da tutta l’arma dei Carabinieri nel combattere il malaffare in una città che sta cercando, con le naturali difficoltà ma con tenacia, di affrancarsi dal giogo della criminalità organizzata. L’escalation di eventi nel nostro comprensorio deve indurci a stringerci attorno a chi la legalità la difende giorno per giorno e a renderci, noi per primi, protagonisti del riscatto. E’ per questo che SEL aderisce altrettanto sentitamente alla iniziativa intrapresa dalla cittadinanza, programmata per le 18 di oggi. Saranno presenti ed in prima fila i rappresentanti istituzionali SEL di Consiglio e Giunta“.

Comunicato Gruppo Consiliare Udc (Paolo Calabrò, Massimo Alosi, Franco Calabrò, Giuseppe Imbesi): “Il Gruppo Consiliare U D C esprime piena solidarietà al Sottufficiale dei Carabinieri ed all’intera Arma per il vile atto intimidatorio subito. Sollecita l’Amministrazione , l’intero Consiglio Comunale e tutte le Istituzioni a tenere alta la guardia nei confronti di un fenomeno, che seppur colpito, tenta di rialzare la testa, mirando in alto con azioni eclatanti. Mandare segnali del genere a chi istituzionalmente lotta ogni giorno contro la criminalità organizzata e rappresenta un baluardo insormontabile a difesa della legalità rappresenta atto estremamente grave . Di fronte ad iniziative di chiaro stampo criminale che cercano di minare la fiducia dei cittadini onesti nei loro punti di riferimento si impone una immediata e chiara risposta da parte dello Stato, in tutte le sue forme, intensificando la prevenzione ed il controllo del territorio”.

Comunicato “Movimento Città Aperta“: “ Il Movimento Città Aperta condanna fermamente il grave atto intimidatorio subito ieri sera da un Maresciallo dei Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto. Azioni del genere puntano a minare la forza delle istituzioni e a seminare incertezza nella cittadinanza, per questo motivo occorre esprimere la propria vicinanza all’Arma e al Maresciallo coinvolto e, soprattutto, non perdere fiducia nell’operato continuo e costante che essi mettono in campo contro la criminalità. Il Movimento Città Aperta sarà presente di fronte alla Caserma dei Carabinieri questa sera, 5 marzo, 2013, alle ore 18.00 a dimostrare, silenziosamente, ma con fermezza, la propria vicinanza alle forze dell’Arma dei Carabinieri di Barcellona Pozzo di Gotto“. Fonte: Carmelo Amato – http://www.strettoweb.com/2013/03/barcellona-pozzo-di-gotto-solidarieta-al-carabiniere-vittima-di-un-grave-atto-intimidatorio-tante-le-reazioni-di-sdegno-del-mondo-politico-e-istituzionale/65164/