MESSINA: Sequestro beni ex sottufficiale della Finanza. Lo hanno eseguito i carabinieri del Nucleo investigativo di Messina

24 marzo 2013 Cronaca di Messina

MESSINA | I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, in esecuzione di un provvedimento di sequestro preventivo e confisca emesso, ai sensi della Legge 356/1992, dalla Corte di Appello di Reggio Calabria su proposta della Procura Generale della Repubblica reggina, hanno proceduto alla confisca di beni immobili e titoli, per un valore di circa 700.000 euro, risultati nella disponibilità di Francesco Maldera, 67 anni, e del suo nucleo familiare. L’uomo, già sottufficiale della Guardia di Finanza, nel mese di febbraio 2010 era stato condannato in via definitiva a tre anni di reclusione per concorso nel reato di concussione continuata, a seguito di sentenza emessa dalla Corte di Appello di Messina.