Regione Siciliana: Formazione, tagliati tremila posti

1 giugno 2013 Mondo News

Non piace ai sindacati la svolta imposta alla Formazione professionale con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione del “Piano straordinario per il lavoro in Sicilia: opportunità giovani”. E hanno indetto uno sciopero per martedì. Con il contestato Piano giovani, registrato presso la Corte dei Conti lo scorso 23 maggio, infatti, si prevedono tagli per oltre 100 milioni di euro e, per quanto riguarda la formazione giovanile, si dispone che i nuovi pacchetti formativi non potranno “superare l’85% del volume economico” di quelli “approvati e finanziati nell’annualità precedente”. Le ore scenderanno da 2 a circa 1,2 milioni. In particolare, dovranno essere eliminati tutti i corsi definiti “sovradimensionati ai bisogni formativi”. Non saranno più finanziati, cioè, corsi in esperto in criminologia e scienze forensi, progettista spazi abitativi, operatore abbronzatura artificiale, esperto in estetica, yacht designer, attore teatrale, ricamatrice su canovaccio, massaggiatore naturopatico, attore di prosa, tecnico dell’abito da sposa tradizionale. Per quanto, poi riguarda la formazione in ambiti speciali, sarà finanziato solo il 25 per cento di quei corsi, per cui, a giudizio dei sindacati, con questo Piano, dovrebbero venir meno circa tremila posti di lavoro.