Scontro frontale, ultrà del Messina in fin di vita

10 giugno 2013 Cronaca di Messina

Era di rientro da una festa fra tifosi del Messina, quando poco prima della mezzanotte si è verificato il terribile scontro. Un impatto violentissimo avvenuto sul viale Giostra basso, in cui lui, Salvatore Crupi, 36 anni, molto conosciuto nell’ambiente degli ultras messinesi, ha avuto la peggio. E ora combatte tra la vita e la morte nel reparto di Rianimazione del Policlinico Martino. La sua Piaggio Vespa Pk 150 (il cosiddetto Vespone con le marce) è finita in pezzi dopo essersi scontrata frontalmente con una Aygo, citycar della Toyota, guidata da un ragazzo di 20 anni che accanto aveva un’amica di 18. Solo lievi ferite per entrambi. La dinamica dell’incidente è ancora oggetto di accertamento per le forze dell’or – dine. Sul posto subito dopo il pauroso scontro sono giunti gli agenti della Polizia municipale e quelli dell’Infortunistica per i rilievi. L’impatto tra la Vespa e la Aygo è avvenuto nella carreggiata centrale del viale, all’altezza di via Parini. Le condizioni dello sfortunato 36enne sono apparse subito gravissime ai primi soccorritori. Immediato l’intervento del 118 e il successivo trasporto al Policlinico. I medici gli hanno riscontrato una serie di traumi in diverse parti del corpo. La prognosi resta ovviamente riservata, le sue condizioni sono gravissime ma stazionarie; non è stato sottoposto ad alcun intervento, almeno in questa prima fase. Quello che preoccupa di più sarebbe un’emorragia cerebrale, a quanto pare, difficile da contenere.