LA BANCAROTTA DI PIETRO MOLLICA, ECCO I NOMI DEI 14 INDAGATI DELL'INCHIESTA

MOLLICA

NELL’INCHIESTA CHE HA PORTATO IN CARCERE L’IMPRENDITORE PIETRO TINDARO MOLLICA, BISOGNA TENERE CONTO CHE, ANCHE IN VISTA DI PROBABILI SVILUPPI FUTURI, LE ORDINANZE DI CUSTODIA CAUTELARE NOTIFICATE MARTEDI’ SCORSO DAI FINANZIERI A MOLLICA SONO DUE, E GLOBALMENTE RECANO I NOMI, COMPRESO QUELLO DELL’IMPRENDITORE DI PIRAINO, DI BEN 14 INDAGATI INIZIALI, NON TUTTI PERO’ RICOMPRESI NEL REATO PRINCIPALE MA CON POSIZIONI SPESSO SECONDARIE E SOSTANZIALMENTE CONSIDERATI DEI PRESTANOME DEL COSTRUTTORE, IN RELAZIONE ALLA GALASSIA IMPRENDITORIALE CHE E’ GRAVITATA INTORNO AL CONSORZIO AEDARS. SI TRATTA DEL FIGLIO FRANCESCO MOLLICA, A CUI SI AGGIUNGONO I NOMI DI FABRIZIO ZENNARO, ROMA; FRANCESCO ANZALONE, PALERMO; LUIGI ZENOBI, VENEZIA; IGNAZIO CASAMENTO, PIRAINO; MARIA CASAMENTO, PIRAINO; FRANCESCO CANCELLI, CHIETI; TERESA SCAFFIDI, PIRAINO; ROBERTO MASTRACCO; ROMA; CLAUDIO SAVERINO NIOSO, SAN’AGATA DI MILITELLO; VITO LADIK, ROMA; PASQUALE AMATO, CASORIA, PIETRO MARRA, CASERTA. NEI LORO CONFRONTI SONO STATE EFFETTUATE, NELLE GIORNATE DI MARTEDI’ E MERCOLEDI’ SCORSI, UNA SERIE DI PERQUISIZIONI DAI FINANZIERI, IN TUTTO 24 TRA LAZIO, SICILIA E VENETO, ATTI LEGATI AL SEQUESTRO PREVENTIVO DI BENI CHE AMMONTEREBBE SECONDO LA GDF A CIRCA 108 MILIONI. NUCCIO ANSELMO – GDS DEL 14-03-15