BARCELLONA: IL CSM NOMINA QUATTRO NUOVI MAGISTRATI. DA NOVEMBRE SOSTITUIRANNO MASSARA, SOZIO E NICOLA

27 marzo 2015 Cronaca di Messina

Barcellona – Non ci sarà la temuta desertificazione della Procura di Barcellona. Il Consiglio superiore della magistratura ha infatti provveduto a nominare quattro nuovi magistrati che dovrebbero entrare in servizio a novembre, al posto dei magistrati che hanno già da mesi hanno ottenuto il trasferimento e per i quali – su richiesta dello stesso Procuratore facente funzioni Francesco Massara – era stato disposto dallo stesso Csm il posticipato possesso fino ad agosto nelle sedi di destinazione. I nuovi magistrati che in atto stanno completando il periodo di tirocinio e che da novembre dovrebbero insediarsi nelle funzioni, sono: Sarah Caiazzo, 33 anni, di Napoli; Rita Barbieri, 33 anni, di Macerata; Matteo De Micheli, 30 anni di Bologna e l’unico siciliano, Alessandro Liprino, 43 anni di Messina. I quattro nuovi “magistrati ordinari in tirocinio” dal prossimo autunno si insedieranno nelle funzioni di sostituti procuratori e assieme al magistrato Federica Paiola che si è insediata il 12 gennaio scorso, completeranno l’organico che resterà scoperto solo per soli tre mesi, da agosto a novembre. Infatti a fine luglio lasceranno Barcellona l’attuale procuratore facente funzione Francesco Massara destinato alla Procura di Messina; il dottor Fabio Sozio, trasferito alla Procura di Napoli nord; ed il sostituto procuratore Giorgio Nicola che ha scelto come destinazione la Procura di Asti. Solo per tre mesi la Procura avrà un solo sostituto procuratore. Entro il prossimo mese inoltre l’assemblea plenaria del Csm, dovrà invece nominare il nuovo Procuratore in sostituzione del predecessore Salvatore De Luca dallo scorso anno trasferitosi a Palermo dove ricopre il ruolo di aggiunto. La scelta che il plenum dovrà operare a quanto pare sarà limitata ai soli due nominativi rimasti in corsa: il dottor Emanuele Crescenti, attuale aggiunto della Procura di Palmi, già in servizio alla Dda di Messina dove al maxi processo “Mare nostrum” ha rappresentato la pubblica accusa; e Francesco Puleo, già procuratore di Modica. Sembra infatti che un terzo magistrato, Andrea Palmieri in servizio alla Procura di Siracusa, abbia rinunciato alla selezione. I tre nominativi infatti erano stati selezionati da una rosa molto ampia dalla Commissione incarichi direttivi del Csm. Già si prevede che dopo il 15 aprile l’assemblea plenaria del Csm possa deliberare la scelta tra i due rimasti in corsa. Subito dopo la pubblicazione del decreto, previa concertazione con il ministro della Giustizia e la nomina con il conseguente insediamento che dovrebbe avvenire secondo le previsioni al massimo entro luglio. LEONARDO ORLANDO – GDS