Omicidio Loris, madre depressa nell'ex ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona P. G.

5 dicembre 2015 Inchieste/Giudiziaria

Cambia struttura penitenziaria Veronica Panarello, la donna accusata di avere ucciso, il 29 novembre 2014, il figlio Loris di 8 anni: dal carcere di Agrigento ad un ex ospedale psichiatrico giudiziario a Barcellona Pozzo di Gotto, che ha una sezione femminile per l’osservazione di detenute con disagi. La decisione è stata adottata dall’amministrazione penitenziaria la scorsa settimana per metterla sotto osservazione per problemi di depressione evidenziati in carcere. Fonti giudiziarie e legali confermano che il trasferimento non è legato alla decisione del Gup di Ragusa di concedere a Veronica Panarello l’accesso al processo alternativo del rito abbreviato condizionato alla perizia psichiatrica. Il provvedimento dell’amministrazione penitenziaria è antecedente all’udienza preliminare e il Gup Andrea Reale non ha ancora nominato i periti della commissione: l’incarico sarà affidato nella prossima udienza, fissata per il 14 dicembre.