RASSEGNAWEB – MESSINA: Cuffaro a Messina, le reazioni

8 maggio 2016 Cronaca di Messina

A Messina per presentare il suo libro l’ex Presidente della Regione Totò Cuffaro ha riempito il salone della Camera di Commercio più di politici che di semplici cittadini.

Indubbiamente fa una certa impressione vedere le stesse persone che applaudivano (alcune sicuramente poco convinte) durante la consegna della cittadinanza onoraria al Giudice Di Matteo fare ressa per baciare Totò Cuffaro (giustamente detto “vasa vasa”).
Fa impressione ma non crediamo ci si debba scandalizzare.

Cuffaro da politico ha commesso reati, ha sbagliato nello scegliere certe compagnie: è stato giudicato, condannato e (caso raro) ha espiato la pena.

Senza santificarlo crediamo però sia giusto ricordare che non ha mai accusato la Magistratura di complotti, si è difeso nei processi e non “dai processi” ed, a differenza di osannati pregiudicati nazionali che non hanno fatto un giorno di galera, si è comportato da detenuto modello.
La cosa ha fatto scalpore solo perché facciamo fatica ad essere “un paese normale”.

Alcune reazioni:
Gianfranco Salmeri: “Sono andato ad ascoltare, per pura curiosità, la presentazione del libro di Totò Cuffaro, relativo alla sua esperienza di vita in carcere.
Al di là del giudizio morale e politico sul personaggio, oggi ho visto un uomo, ne ho intuito la sofferenza, credo di averne compreso il percorso di espiazione. Il suo racconto, devo essere sincero, mi ha colpito profondamente.”

On. Beppe Picciolo: “Per la nostra Elvira Amata i rapporti umani hanno avuto la prevalenza sui ruoli politici . E ci sta tutto, anzi paradossalmente sarebbe molto peggio se ciò potesse avvenire nel “retro bottega di un qualche negozio del centro…”. Lo afferma il capogruppo all’Ars On. Beppe Picciolo che ribadisce quanto già affermato in precedenza: “Tutto sempre alla luce del sole, come nello stile del Pdr-Sicilia Futura. Ciò non esprime, ed è lapalissiano, alcuna posizione politica o tanto più un giudizio sulla triste vicenda di Totò Cuffaro, la cui storia di uomo pubblico è stata stigmatizzata da una condanna definitiva per fatti gravissimi. Condanna definitiva che egli, a differenza di molti altri, ha scontato con grande rigore e dignità. Nessuna enfatizzazione per quanto ci riguarda della sua figura dunque, anzi tutt’altro! Riscontriamo pertanto solo il desiderio di Elvira di manifestare pubblicamente un antico rapporto personale, ricco di cristiana umanità.“

Ogni cittadino deve giudicare per proprio conto.
Noi vogliamo sottolineare, guardando il “parter”, che non tutti sono uguali: c’è chi è capace di mantenere legami umani e di amicizia tenendo dritta la barra della propria scelta politica, c’è che in nome dell’amicizia (con un sentimento un po’ confuso) cambia bandiera e posizionamento e questo, crediamo, ad Elvira Amata e ad altri non può essere imputato.

(NdR): MessinaWebTv non è andata alla presentazione del libro, le foto sono tratte da Facebook

Redazione MESSINAWEB.TV