MESSINA, L'OPERAZIONE MATASSA: L'AVV. DELL'EX CONSIGLIERE COMUNALE GIUSEPPE CAPURRO, "PENALE IRRILEVANZA DELLE CONDOTTE"

13 maggio 2016 Inchieste/Giudiziaria

“Il mio cliente (Giuseppe Capurro, ai domiciliari per concorso esterno in associazione mafiosa), certamente amareggiato dalle pubblicazioni di stralci dell’ordinanza custodiale ma rispettoso del ruolo dei giornalisti – dichiara l’avvocato Nino Cacia, che ne cura la difesa – è con fermezza intenzionato ad illustrare al Gip la trasparenza del proprio operato, nonché a documentare la penale irrilevanza delle proprie condotte. Nell’attesa dell’interrogatorio di garanzia, si auspica una maggiore sobrietà giornalistica, non fosse altro per la ragione che la pubblicazione parziale di stralci dell’ordinanza, ad avviso dello scrivente, non garantisce la completezza della informazione”. Martedì l’interrogatorio.