IL CASO – MESSINA, LA POLEMICA DOPO LA PUBBLICAZIONE DELLA NOSTRA FOTO DELLA CONSIGLIERA COMUNALE CON TOTO' CUFFARO – La capogruppo Elvira Amata lascia Sicilia Futura e va verso il centro-destra

14 maggio 2016 Cronaca di Messina

amata

IL BACIO DELLA POLEMICA – FOTO DI ENRICO DI GIACOMO

Divorzio in casa Sicilia Futura. Era nell’aria da diverse settimane, ma nella riunione di ieri pomeriggio, quella che periodicamente i consiglieri fanno insieme al coordinatore cittadino Salvo Versaci e al leader del gruppo Beppe Picciolo, si è consumato definitivamente lo strappo con la capogruppo Elvira Amata.

Ad accelerare l’addio è stato quanto accaduto in occasione della presentazione del libro di Cuffaro a Messina, sabato scorso. L’ex assessore ed ormai ex capogruppo dei Dr a Palazzo Zanca, era presente all’evento, a titolo personale, ma il giorno dopo Picciolo,con un comunicato ha nettamente preso le distanze, ribadendo che la partecipazione alla presentazione del libro non coinvolgeva l’intero gruppo.

Elvira Amata ha spiegato di non sentirsi più in sintonia con la politica di Sicilia Futura, che negli ultimi mesi ha stretto un patto federativo con il Pd ed in particolare con il renziano Davide Faraone, in vista delle prossime competizioni elettorali.

L’ex capogruppo andrà sicuramente nell’area di centro-destra ma non è affatto scontato, anzi è improbabile che vada a rinfoltire le fila di Forza Italia. Più possibile invece una scelta autonoma che la veda comunque capogruppo, sempre all’interno dello schieramento di centro-destra. In passato l’ex assessore della giunta Buzzanca è stata vicina alle posizioni di Gianfranco Miccichè, ma il gruppo Grande Sud a Palazzo Zanca è guidato da un genovesiano di ferro come Vaccarino, fatto questo che esclude il passaggio di Amata in quel gruppo. Non si esclude quindi una scelta più vicina ai Fratelli d’Italia.

Dopo l’uscita dal gruppo di Carlo Abbate, Elvira Amata è il secondo addio.

Il ruolo di capogruppo adesso dovrebbe passare in mano al più “vecchio”, in base ai mandati elettorali, Nino Carreri, che è al suo terzo mandato. Nel gruppo restano infatti Nino Interdonato, Nino Carreri, Sorrenti e Rita La Paglia.

Nella tarda mattinata è arrivato il comunicato stampa di Sicilia Futura che riportiamo di seguito:

Si è riunito ieri sera il consiglio direttivo del Pdr-Sicilia Futura, alla presenza del segretario cittadino Salvo Versaci e del coordinamento comunale, per discutere del difficile momento attraversato dalla città di Messina anche alla luce degli ultimi accadimenti di natura giudiziaria. Dalla discussione è emersa un’unanime visione del difficile quadro istituzionale all’interno del quale si stanno trovando ad operare i consiglieri comunali del Pdr-Sicilia Futura, loro malgrado associati ad una “questione morale” che interessa con forza il consiglio comunale di Messina.
I consiglieri Interdonato, Carreri, La Paglia e Sorrenti si sono quindi detti pronti a rassegnare le dimissioni dal civico consesso, consegnando le stesse nelle mani del capogruppo all’Ars on. Beppe Picciolo. Al termine della discussione è quindi stato evidenziato un diverso approccio alle linee politiche emerse dalla maggioranza del gruppo e conseguentemente la capogruppo del Pdr-Sicilia Futura, Elvira Amata, sin da subito non farà più parte del gruppo consiliare. Lunedì mattina i consiglieri  comunali designeranno Nino Carreri capogruppo de Pdr-Sicilia Futura.

 ROSARIA BRANCATO – TEMPOSTRETTO.IT