MESSINA, LA MOSTRA: Due sguardi a confronto sui migranti, anteprima a Messina della mostra romana

9 Giugno 2016 Culture

Lo sbarco dei migranti raccontato dal fotoreporter Enrico Di Giacomo e dall’artista Simone Caliò. Il reportage fotografico e le immagini d’autore saranno in mostra da venerdì. Due mezzi per un unico racconto di cui si avrà un assaggio a Messina, prima dell’inaugurazione il prossimo dicembre a Roma (nella capitale saranno in mostra pure le foto di Giovanni Isolino). L’anteprima siciliana della mostra “Prima classe vista mare” sarà presentata venerdì 10 giugno alle 19 nel nuovo spazio espositivo Arearte di via Ghibellina 17. Oltre l’anteprima anche la personale Opere pittoriche di Caliò. La mostra sarà aperta al pubblico fino alla prima settimana di luglio, tutti i giorni da martedì a sabato, dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 20, domenica e lunedì per appuntamento.
edg 1Enrico Di Giacomo. Giornalista e fotoreporter messinese, dal 1993 racconta i principali eventi di cronaca della sua città di origine e non solo. Dalle tragedie di Rometta e Giampilieri agli sbarchi di profughi sulle coste siciliane. Ha collaborato e collabora con numerose testate giornalistiche, nazionali ed internazionali, tra le quali: Corriere della Sera, la Repubblica, corriere.it, palermo.repubblica.it, l’Espresso, Il Venerdì di Repubblica, Rai (trasmissioni ”Chi l’ha visto?” e ”Report”), Gazzetta del Sud (con cui collabora ininterrottamente da oltre dieci anni), il Fatto Quotidiano, La Stampa, l’Unità, Sette (reportages sul magazine del Corriere della Sera), Famiglia Cristiana, Nigrizia, Visto, Oggi, Gente, Panorama, Diario della Settimana, Terrelibere.it, BBC NEWS, The Guardian, Stern, e come ”paparazzo” Eva Tremila, Diva e Donna, Tv Stelle etc. Ha collaborato con le Agenzie fotogiornalistiche ROPI Pressephoto, Emmevi, Olympia.

Simone Caliò: pittore messinese, attivo nel panorama artistico italiano da oltre quindici anni, ha esposto in mostre personali a Messina, Palermo, Catania, Firenze, Roma e Siegen. E’ del 2011 la personale “Qui ed ora…” al foyer del Teatro Vittorio Emanuele di Messina, antologica riassuntiva della sua attività. Formatosi presso la bottega del maestro Luigi Ghersi, e laureato all’Accademia di Belle Arti sezione pittura, Simone Caliò è stato docente nell’ambito del progetto “perfiducia” piano locale Giovani-Città Metropolitane. Dalle sue opere è nata anche la linea d’abbigliamento intitolata “Le magliette d’autore”. La sua più recente esposizione, “Mare al quadrato”, è avvenuta presso la Galleria L’Acquario di Via Giulia a Roma. E’ del 2015 l’opera manifesto per la festa Unità Mezzogiorno di Palermo.

DA MESSINAORA.IT

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione