MESSINA: GRAVISSIMO E INQUIETANTE EPISODIO ALL'INTERNO DEL CARCERE DI GAZZI. ALCUNI DETENUTI PER MAFIA AVREBBERO AGGREDITO ROTTINO E LORISCO, IN QUANTO 'VICINI' AL COLLABORATORE CARMELO BISOGNANO. AVREBBERO RIVENDICATO L'AGGRESSIONE. FERITO UN AGENTE. INDAGA LA DDA

12 Giugno 2016 Inchieste/Giudiziaria

ROTTINO-StefanoLORISCO-ANGELO-copia

LA NOTIZIA E’ DI QUELLE CLAMOROSE. EPPURE NONOSTANTE NON SIA PER NULLA SEGRETA E RISULTI DALLA DOCUMENTAZIONE TRASMESSA NEI GIORNI SCORSI DAL CARCERE DI GAZZI AI PUBBLICI MINISTERI DELLA DDA DI MESSINA, E’ RIMASTA COPERTA DAL SILENZIO. MA IL FATTO E’ GRAVISSIMO: DETENUTI PER MAFIA DI BARCELLONA POZZO DI GOTTO E DI MAZZARRA’ S. ANDREA SI SAREBBERO RESI PROTAGONISTI NEL PENITENZIARIO CITTADINO DI VIOLENTISSIME AGGRESSIONI AI DANNI DI STEFANO ROTTINO E ANGELO LORISCO, ARRESTATI QUALCHE SETTIMANA FA NELL’OPERAZIONE ‘VECCHIA MANIERA’ DELLA DDA DI MESSINA INSIEME AL COLLABORATORE DI GIUSTIZIA CARMELO BISOGNANO, ACCUSATO DI AVER CREATO ‘UN PATTO SCELLERATO’ CON L’IMPRENDITORE DI BROLO, IL MAFIOSO TINDARO MARINO, ANCHE LUI FINITO IN MANETTE (QUESTI ULTIMI SONO ACCUSATI DI ESSERSI SCAMBIATI FAVORI RECIPROCI, CHE CONSISTEVANO NEL RILASCIARE DICHIARAZIONI PIU’ ACCOMODANTI DA PARTE DI BISOGNANO VERSO MARINO IN CAMBIO DI DENARO E DI UN COINVOLGIMENTO DIRETTO DEL PENTITO NEGLI AFFARI DELL’IMPRENDITORE. I DUE SAREBBERO STATI ANCHE SOCI OCCULTI DI UNA SOCIETA’ CREATA AD HOC, LA LDN COSTRUZIONI). SEMBREREBBE CHE ANCHE UNA  GUARDIA PENITENZIARIA, COLPITA DAGLI AGGRESSORI PER RAGGIUNGERE LORISCO, ABBIA RIPORTATO GRAVI LESIONI. MA A DARE UN INQUIETANTE SIGNIFICATO MAFIOSO AL GIA’ TERRIBILE EPISODIO E’ L’ULTIMO E SCONCERTANTE DETTAGLIO: ALCUNI  DEGLI AGGRESSORI, GIA’ SENTITI DAL PERSONALE DEL CARCERE, AVREBBERO RIVENDICATO L’AGGRESSIONE, DICHIARANDO ESPLICITAMENTE DI AVERE ASSALITO ROTTINO E LORISCO PERCHE’ COSTORO AVREBBERO, AI LORO OCCHI, L’IMPERDONABILE COLPA DI ESSERE AMICI DI UN PENTITO, PER L’APPUNTO QUEL CARMELO BISOGNANO CHE CON LE SUE RIVELAZIONI NEL 2011 CONSENTI’ ALLA PROCURA DI MESSINA DI RITROVARE I RESTI DEI CORPI DI QUATTRO VITIME DELLA MAFIA DEL LONGANO E FAR CONDANNARE CAPI E SOLDATI DI COSA NOSTRA BARCELLONESE. SULL’ACCADUTO E’ OVVIAMENTE SCATTATA IMMEDIATAMENTE L’INDAGINE DELLA DDA DI MESSINA. EDG

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione