RASSEGNAWEB – MESSINA: Oneri riflessi, assolto il deputato regionale Marcello Greco

20 Giugno 2016 Inchieste/Giudiziaria

greco_small

Si è chiuso con l’assoluzione piena il processo a carico del deputato Ars Marcello Greco, imputato per gli oneri riflessi percepiti dal Comune di Messina tra il 2008 e il 2009, quando era consigliere comunale. Il giudice monocratico Calabrò lo ha assolto perché il fatto non sussiste. Greco era accusato di due ipotesi di falso ed uno di truffa, per un ammontare complessivo di poco meno di 1500 euro. Secondo l’accusa si trattava di oneri finanziari illecitamente percepiti, perché il contratto con la Eredi Greco, l’azienda di famiglia, durava appena un paio di mesi. Abbastanza, secondo l’accusa, per richiedere il rimborso. Il difensore del deputato, l’avvocato Forganni, ha invece argomentato sulla non corretta impostazione del capo di imputazione, poiché la richiesta era stata presentata, dopo la morte del titolare dell’azienda, dai fratelli Greco, in fase di liquidazione dell’azienda. In udienza preliminare era già stata prosciolta per Cristina Petrucci, alla quale non era stata imputa alcuna responsabilità.

L’inchiesta sugli oneri riflessi percepiti dai consiglieri comunali di Palazzo Zanca, condotta dalla Polizia Giudiziaria della Polizia, ha passato al vaglio la posizione di praticamente tutti i consiglieri: per 12 di loro è arrivata l’archiviazione, in quattro sono sotto processo.

Alessandra Serio – tempostretto.it

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione