CONDANNATI. MESSINA: INFLITTO UN ANNO AGLI EX CONSIGLIERI COMUNALI CARMELO CONTI E TANINO CALIO'

23 Giugno 2016 Inchieste/Giudiziaria

conti

tanino caliò

 

NUCCIO ANSELMO – GAZZETTA DEL SUD – SI E’ CONCLUSO CON LA CONDANNA A UN ANNO (PENA SOSPESA), PER ABUSO D’UFFICIO, IL PROCESSO A CARICO DEI DUE EX CONSIGLIERI COMUNALI CARMELO CONTI E TANINO CALIO’ PER LA STORIA DELLE ISPEZIONI NELL’ASILO NIDO. LA SENTENZA E’ DELLA PRIMA SEZIONE PENALE PRESIEDUTA DAL GIUDICE SILVANA GRASSO, E RIFLETTE LA RICHIESTA DI PENA CHE ERA STATA AVANZATA DAL SOSTITUTO PROCURATORE FRANCESCO MASSARA. I DUE SONO STATI ASSISTITI DAGLI AVVOCATINICOLA GIACOBBE E SALVATORE PAPA, MENTRE LA PARTE CIVILE, LA COOP LA GARDERIE E’ STATA RAPPRESENTATA DALL’AVVOCATO ANGELA GIUCA.AL CENTRO DEL CASO L’ORMAI NOTO SOPRALLUOGO CHE IL 1 MAGGIO 2012 I DUE EFFETTUARONO ALL’ASILO COMUNALE DI GIOSTRA ‘ANGOLO DEL CUCCIOLO’, GESTITO DALLA COOP LA GARDERIE. E PROPRIO DA UNA DENUNCIA PRESENTATA DAL RESPONSABILE DELLA COOP, GIOVANNI OLIVA, SULLA VISITA DEI DUE CONSIGLIERI COMUNALI, SECONDO IL DENUNCIANTE ASSOLUTAMENTE AL DI FUORI DALLE LORO COMPETENZE, VENNA AVVIATA L’INCHIESTA. SECONDO LA PROCURA NON E’ PREVISTO PER I CONSIGLIERI COMUNALI ‘UN POTERE ISPETTIVO DEL TIPO DI QUELLO ESERCITATO NEL CASO DI SPECIE’, E INOLTRE CONTI AVREBBE DOVUTO ASTENERSI PER DUE MOTIVI: ERA DIRIGENTE DI UNA COOP CHE OPERAVA NELLO STESSO SETTORE, E LA FIGLIA ERA SOCIA DI UNA DITTA CHE GESTIVA UN ASILO PRIVATO NEI PRESSI DI UN’ALTRA STRUTTURA COMUNALE, PURE GESTITA DALLA COOP LE GARDERIE, NELLA ZONA DI SAN LICANDRO. 

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione