LA MORTE DEL COMMERCIALISTA GIUSEPPE MARZULLO: IMMAGINI DI UNA STAZIONE DI SERVIZIO RAFFORZANO L'IPOTESI DEL SUICIDIO

25 Giugno 2016 Inchieste/Giudiziaria

GIUSEPPE MARZULLO

FOTO DA GAZZETTA DEL SUD

SULLA TRAGICA FINE DEL COMMERCIALISTA GIUSEPPE MARZUOLO  71 ANNI, TROVATO MORTO PER GLI EFFETTI DI UN INCENDIO SVILUPPATOSI NELL’ABITACOLO DELLA SUA AUTO, RESTA IL MISTERO. L’AUTOPSIA ESEGUITA NEL TARDO POMERIGGIO DI IERI NELL’OBITORIO DELL’OSPEDALE ‘CUTRONI ZODDA’ DAL MEDICO LEGALE GIULIO CARDIA, NON HA DATO RISULTATI IMMEDIATI. OLTRE ALL’AUTOPSIA IL MEDICO LEGALE HA FATTO ESEGUIRE SULLA SALMA UN ESAME CON LA TAC E CIO’ PER VERIFICARE LESIONI INTERNE O CORPI ESTRANEI NELL’ORGANISMO DELLA VITTIMA. SUL FRONTE DELLE INDAGINI CONDOTTE SUL CAMPO DAI CARABINIERI DELLA COMPAGNIA DI BARCELLONA AL COMANDO DEL CAPITANO FABIO VALLETTA, SONO STATE ACQUISITE CON TEMPESTIVITÀ’ LE IMMAGINI DELLA STAZIONE DI SERVIZIO Q8 DI VIA KENNEDY, A POCA DISTANZA DALLO STUDIO PROFESSIONALE DELLA VITTIMA UBICATO NELLA STESSA VIA, DALLE QUALI SI VEDE LO STESSO MARZULLO, SENZA LA GIACCA LASCIATA IN UFFICIO, CHE ATTRAVERSO IL DISTRIBUTORE AUTOMATICO RIEMPIE CON UN IMBUTO LA STESSA TANICA RITROVATA POI NELL’ABITACOLO DELLA BMW. LE IMMAGINI MOSTRANO ANCHE CHE IL PROFESSIONISTA NON HA RIMESSO IL TAPPO LASCIANDO LA TANICA APERTA E CON L’IMBUTO INSERITO. TANICA CHE POI E’ STATA RIPOSTA ALL’INTERNO DELLA VETTURA RITROVATA MEZZ’ORA DOPO, INTORNO ALLE 23,30, A SEGUITO DELLA TELEFONATA FATTA DAGLI ABITANTI DI POZZO PERLA AL 112 CON LA QUALE SI SEGNALAVA IL FUMO NERO CHE FUORIUSCIVA DALLA VETTURA ALL’INTERNO DELLA QUALE E’ STATO POI RINVENUTO IL CORPO DEL PROFESSIONISTA. LEONARDO ORLANDO – TRATTO DA GAZZETTA DEL SUD DEL 24-06-16

Care lettrici, cari lettori,
vi scrivo per chiedervi di sostenere il lavoro che quotidianamente vi offriamo, anche a costo di grandi sacrifici personali. Sostenere stampalibera.it significa infatti permettere a questa testata giornalistica, che vi accompagna da oltre 10 anni e che continuate a dimostrare di apprezzare sempre più, di crescere con il supporto di collaboratori retribuiti per migliorare la qualità della nostra informazione libera ed indipendente e di lavorare con tranquillità, coraggio e senza mai dover subire i ricatti della politica. In questi ultimi anni il sito è cresciuto molto. E non finiremo mai di ringraziarvi uno ad uno. Purtroppo però i ricavi della pubblicità, sempre di meno a causa della chiusura definitiva, cagionata dalla pandemia, di molte attività già in crisi, non sono sufficienti a coprire i costi. In un momento in cui quasi tutti i siti e i giornali si assomigliano abbiamo il dovere di fare di più con nuove storie, inchieste e notizie. Ed è anche per questo che vi chiediamo un piccolo ma importante contributo economico. Grazie.


Enrico Di Giacomo

 

 

E’ possibile sostenere stampalibera.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT36P0760105138282454882455

oppure tramite PayPal cliccando su Donazione