4 Marzo 2017 Cronaca di Messina e Provincia

Prestigioso riconoscimento nazionale per ROSSANA GIACOBBE, Mamma per la Vita. LE ALTRE PREMIATE

ROSSANA GIACOBBE

A Rossana Giacobbe, Presidente dell’Associazione “Mamme per la Vita Onlus” di Saponara, verrà solennemente consegnato martedì 7 marzo a Roma, dall’Associazione “A Sud” e da “La Casa Internazionale delle Donne” l’importante premio nazionale Donne, Pace e Ambiente Wangari Maathai.

Il premio è alla sua 6ª edizione, e viene assegnato a quattro realtà territoriali composte da attiviste che si sono contraddistinte nell’impegno per la difesa dell’ambiente, della salute e dei diritti: le realtà sono quattro perchè il premio è diviso in quattro categorie, come gli elementi Terra, Acqua, Aria e Fuoco.

A Rossana verrà consegnato specificamente il premio ARIA, con la seguente motivazione:

«L’associazione Mamme per la Vita si batte contro l’elettrodotto “Sorgente – Rizziconi” di Terna, costruito in contrasto con le norme di salvaguardia che tutelano il territorio, e contro gli impatti che l’infrastruttura elettrica ha sull’ambiente e sulla salute. Attualmente la presidente dell’Associazione sta esercitando l’azione popolare in sostituzione del Comune di Saponara non costituitosi in giudizio nel processo penale per violazione del Piano Paesaggistico dell’Ambito 9 per la realizzazione del sostegno 40 dell’elettrodotto».

LE PREMIATE 2017 PREMIO FUOCO

Benedetta Treves

(Toscana)

per Mamme No Inceneritore

Il comitato Mamme no inceneritore e costituito da cittadini che condividono la speranza e l’impegno per la difesa e la tutela dell’ambiente. Nato spontaneamente da un gruppo di mamme preoccupate per la realizzazione di un inceneritore nella piana fiorentina e gli effetti che tale impianto produrrebbe sulla salute umana e sull’ambiente, il movimento ha lo scopo primario di approfondire l’argomento e sensibilizzare la cittadinanza attraverso diverse iniziative, finalizzate anche alla divulgazione e conoscenza delle alternative possibili agli impianti di incenerimento di rifiuti.

PREMIO TERRA

Rosa Cerotti

(Lombardia)

per Mamme “Volanti” di Castenedolo

Le mamme di Castenedolo portano avanti le numerose battaglie per la difesa alla salute nel territorio bresciano. “Volanti” perche per descrivere lo stato del loro territorio e far luce sulla drammatica situazione hanno preso in prestito un aereo e hanno filmato le ferite che squarciano il territorio bresciano: le discariche di Montichiari, l’inceneritore, le cave spesso usate come luogo di smaltimento di rifiuti. Il gruppo mamme di Castenedolo da alcuni anni riflette su quali strade possibili intraprendere, come comunità e come cittadini, verso un futuro migliore.

A SUD Ecologia e Cooperazione ONLUS Sede Legale: Via Macerata 22/A – 00176 Roma C.F.97296720580 Banca Popolare Etica fil. Roma IBAN IT79 F050 1803 2000 0000 0108946 www.asud.net redazione@asud.net

PREMIO ARIA

Rossana Giacobbe

(Sicilia)

per Mamme per la Vita Onlus di Saponara

L’associazione Mamme per la Vita si batte contro l’elettrodotto “Sorgente – Rizziconi” di Terna a causa dell’impatto che l’infrastruttura elettrica ha su ambiente e salute. Le Mamme di Saponara, unite dalla voglia di tutelare la loro famiglia, i loro figli e il loro territorio, stanno portando avanti la battaglia contro Terna con determinazione e passione per mezzo di azioni legislative e percorsi di sensibilizzazione. In particolare, Rossana Giacobbe, presidente dell’Associazione esercita l’azione popolare in sostituzione del Comune di Saponara non costituitosi in giudizio nel processo penale per violazione del Piano Paesaggistico per la realizzazione del sostegno 40 dell’elettrodotto.

PREMIO ACQUA

Isa Schiavetti

(Lombardia)

per Mantua Mothers

Nove mamme di diversa provenienza che cercano di far crescere la sensibilità sul problema inquinamento del mantovano. Spinte da una comune e crescente preoccupazione per la drammatica situazione di inquinamento a Mantova e per il futuro dei figli di questa città, le Mantua Mothers promuovono occasioni di sensibilizzazione e azioni concrete per la valutazione della qualità dell’ambiente mantovano.

 

PREMIO SPECIALE GIORNALISMO AMBIENTALE “Carla Ravaioli”

Marina Forti

Giornalista

Marina Forti nativa milanese, romana d’adozione. Per quasi trent’anni ha lavorato nella redazione del manifesto occupandosi di immigrazione, ambiente e attualità internazionale. Ha viaggiato a lungo in Asia meridionale, in Iran e nel sud-est asiatico. Dal 1998 al 2012 ha curato la rubrica terraterra, raccontando e diffondendo le storie relative ai conflitti per le risorse naturali. Per questo suo impegno nel 1999 ha ricevuto il premio “giornalista del mese” noto come Premiolino. Attualmente collabora con Internazionale. Giornalista, ma anche scrittrice. Tra i suoi libri: la Signora di Narmada. Le lotte degli sfollati ambientali nel sud del mondo (Feltrinelli , Milano 2004); Il cuore di tenebra dell’India. Inferno sotto il miracolo (Bruno Mondadori 2012).

 

I PREMI

I premi sono assegnati alla singole attiviste in rappresentanza simbolica dell’impegno collettivo delle donne che nei singoli territori e all’interno delle singole realtà di riferimento, sono ogni giorno in prima linea per la difesa dell’ambiente, del diritto alla salute e dei diritti di genere.

Oltre alla consegna della pergamena, alle premiate sarà consegnata un’opera d’arte, un pezzo unico realizzato appositamente per il premio, opera dell’ingegno della ceramista e scultrice Lavinia Palma, che ha offerto al premio le sue creazioni.

Le sue opere prendono spunto da diverse ispirazioni. Una di esse e la Grande Madre, Dea generatrice di vita, dove nel femmineo si riflette e si riconosce la natura. Nascono così volti di donna, rivisitati in chiave del tutto personale unendo origine scultorea e oggetti d’uso, per coniugare il simbolo alla forza dell’azione. La lavorazione e interamente a mano o al tornio elettrico.