9 Giugno 2017 Cronaca di Messina e Provincia

Favoreggiamento e peculato, assolti tre poliziotti tra Messina e Siracusa

MESSINA. Il tribunale di Messina ha assolto perché il fatto non sussiste tre poliziotti arrestati nel dicembre 2010 accusati, a vario titolo, di favoreggiamento e peculato.
Il vice questore aggiunto Pasquale Alongi, l’ispettore Francesco Marino e l’assistente capo Rosario Agliolo erano in servizio al commissariato di Augusta. Secondo l’accusa Marino e Agliolo, che furono posti ai domiciliari, avrebbero venduto 33 paraurti per auto nuovi per mille euro, ad un carrozziere di Carlentini. Alongi fu arrestato perché accusato di aver informato i poliziotti dell’inchiesta.

La corte di Cassazione decise di spostare il processo da Siracusa a Messina per legittimo sospetto: il vice questore aggiunto Alongi aveva denunciato un clima di connivenza tra avvocati e pm della Procura. Recentemente il sostituto Maurizio Musco è stato condannato per abuso d’ufficio.