REGIONALI: Ecco la squadra di Claudio Fava. Maria Teresa Collica (agli Enti locali) e Ninni Bruschetta (ai Beni Culturali) designati assessori

21 ottobre 2017 Mondo News

Una ex sindaca, esperti nella Formazione, editori. Sono soltanto alcuni dei componenti della Giunta regionale designata dal candidato Claudio Fava della Sinistra. Il candidato ha presentato oggi alcuni degli assessori designati: Maria Teresa Collica, ex sindaco di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) è designata assessora agli enti locali; Rosario Gallo, ex sindaco di Palma di Montechiaro, al Territorio e Ambiente, Massimo Papa, esperto del settore della Formazione professionale, Ninni Bruschetta ex direttore artistico della prosa del Teatro Vittorio Emanuele di Messina ai Beni Culturali. E l’editore Ottavio Navarra designata vicepresidente. “Una squadra di persone competenti e con una grande esperienza nel loro settore”, ha spiegato Fava durante la conferenza stampa.

Fava, prima di presentare gli assessori, è tornato sui sondaggi, citando quello di Demos&Pi per Repubblica. “Noi – garantisce – non corriamo per un piazzamento, ma per vincere. L’obiettivo insomma non è il terzo posto. Nel sondaggio c’è un dato politico significativo: siamo in cima per il gradimento. Ora bisogna trasferire questo dato sui consensi”. Poi, però, tocca alla giunta designata: Papa sottolinea come “i corso siano fermi da due anni e mezzo” e come si debba invece “tarare la formazione sul mercato del lavoro, mentre Gallo batte sull’emigrazione. “A Palma – dice – la metà delle case è vuota. I nostri giovani sono emigrati in Germania. C’e’ uno sviluppo urbanistico basato sull’abusivismo e i nostri sindaci sono eroi senza mezzi. In Sicilia abbiamo bisogna puntare sul risanamento ambientale e urbano: rilanciare i centri storici sarebbe un piano Marshall, altro che Ponte sullo Stretto”. “Moltissimi Comuni – ricorda invece Collica – sono in dissesto o in pre-dissesto. È vero che bisogna tagliare gli sprechi e combattere l’evasione fiscale, ma la Regione deve premiare i Comuni virtuosi. Per i precari serve una deroga ai vincoli per le assunzioni e la stabilizzazione”.

“La Sicilia – aggiunge Bruschetta, già indicato in giunta cinque anni fa da Giovanna Marano – ha un patrimonio spaventoso. Abbiamo 14 teatri greci e per 60 anni abbiamo devastato il nostro patrimonio. Abbiamo avuto un ministro, Giulio Tremonti, secondo il quale ‘con la cultura non si mangia’. In Sicilia potremmo mangiare solo con quello: ad esempio si girano più film e fiction qui che altrove, ma la Film Commission ha una gestione priva di strategia. La Sicilia potrebbe produrre film, invece siamo ostaggio del provincialismo”. “Quando ci dicono che il problema della Sicilia è l’immigrazione – chiude Navarra – noi diciamo a voce alta che il problema è invece l’emigrazione. Quando le mani si mettono insieme le battaglie si possono vincere”.

 

Il commento del Movimento Città Aperta

Siamo fieri della nomina di Maria Teresa Collica nella squadra di assessori scelti da Claudio Fava Presidente per il governo regionale; l’impegno che stiamo portando avanti da anni come Movimento nel nostro territorio, e non solo, riceve così un riconoscimento ulteriore e ciò ci inorgoglisce e ci spinge a fare sempre di più e sempre meglio.

Con la candidatura di Raffaella Campo e la nomina di Maria Teresa Collica partecipiamo a questa grande sfida con entusiasmo e consapevolezza, sicuri di portare, anche a livello regionale, una politica attiva e concreta, che sta con i cittadini con lealtà e con competenza.